Lunedì 25 Gennaio 2021 | 17:53

NEWS DALLA SEZIONE

maltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
L'emergenza
Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

 
Nel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 
«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 
Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
Il caso
Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

 
Il caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
Il caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
Il caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
Il caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Bariindagini della DDa
bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

Bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
TarantoGenerosità
Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

 
LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

In Basilicata

Reddito minimo, ci siamo
«Si parte il 1° maggio»

Summit in Regione. "Tirocini formativi" prorogati di altri due mesi

Reddito minimo, ci siamo  «Si parte il 1° maggio»

di PIERO MIOLLA

POTENZA - In settimana la Regione Basilicata approverà le graduatorie definitive dei soggetti aventi diritto al reddito minimo d’inserimento e istituirà la struttura di missione ad hoc che dovrebbe gestire la misura di contrasto alla povertà. Sono questi, infatti, gli impegni che via Anzio avrebbe assunto ieri mattina, nel corso di un summit sul tema svoltosi a Potenza, al quale hanno partecipato il direttore generale della Regione Basilicata, Vito Marsico, il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli, i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil e delle due agenzie provinciali di formazione, l’Apofil (per Potenza) e l’Ageforma per Matera.

Nel corso dell’incontro, a tratti anche molto duro e spigoloso per le rimostranze della “triplice” nei confronti della Regione a motivo del ritardo nella partenza del reddito minimo, ma soprattutto per come, a giudizio dei sindacati, via Anzio starebbe gestendo la modalità dei tirocini formativi, Marsico avrebbe confermato che la misura del reddito minimo di inserimento partirà ufficialmente il prossimo 1° maggio. Evidentemente non una data qualunque, tenuto conto che quel giorno si celebra la festa dei lavoratori.

Il direttore generale di via Anzio, inoltre, avrebbe confermato la proroga di due mesi tanto dei Tec (Tirocini extracurriculari) quanto dei Tis (Tirocini d’inserimento sociale), che interessano attualmente 1.525 persone, 825 delle quali appartenenti ai beneficiari del programma Copes (la cosiddetta platea o categoria B), e i restanti 700 relativi, invece, alla platea della mobilità in deroga (la categoria A).

Dal summit, però, sarebbero emerse anche altre novità, come ha confermato il segretario generale della Cgil di Basilicata, Angelo Summa. «Abbiamo criticato i ritardi della Regione Basilicata – ha spiegato Summa – ma soprattutto le modalità di gestione di questa partita del reddito minimo d’inserimento e dei relativi tirocini formativi. Abbiamo, altresì, segnalato che gli stessi tirocini formativi nei Comuni non stanno funzionando. A nostro avviso ciò accade perché servirebbe un maggiore raccordo tra i municipi e la Regione, per far sì che essi vengano resi dei veri e propri progetti di pubblica utilità: non possiamo assistere al fatto che non vengano messe a valore pure queste esperienze. Ci è stata, inoltre, assicurata la proroga dei tirocini formativi per due mesi e, comunque, fino all’avvio del reddito minimo, che resta confermato per il 1° maggio. In settimana, poi, saranno adottate dalla Giunta regionale due delibere: la prima per l’approvazione delle due graduatorie degli aventi diritto, un’approvazione che si attendeva ormai da tempo. La seconda, invece, per l’istituzione della struttura di missione ad hoc che dovrà gestire il reddito minimo, così come da noi chiesto nel corso dell’incontro precedente avuto nella sede della Regione». Qualcosa, dunque, sembrerebbe finalmente muoversi. Dopo mesi di ritardi e rinvii, in parte dovuti anche ai problemi del ministero dello Sviluppo Economico, che ha visto avvicendarsi i ministri ma anche alcuni funzionari, forse per queste ampie platee di soggetti svantaggiati sta per iniziare un percorso di vita meno duro di quello attuale.

Dopo l’incontro di ieri, il presidio dei lavoratori, in atto da tempo, alcuni ex Copes hanno deciso comunque di proseguire il presidio davanti alla Regione anche oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie