Venerdì 14 Agosto 2020 | 03:06

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
Il virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
L'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 
Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 
L'INTERVISTA
«Per uscire dalla crisi serve la verità»

Potenza, «Per uscire dalla crisi serve la verità»: la Chiesa suona la sveglia alla Basilicata

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariViolenza domestica
Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

 
TarantoIl caso
Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

 
BatIl caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 

i più letti

Nega il cibo a moglie e figlioletto

Di notte impedisce loro di rientrare a casa. Madre e bambino si rifiugiano dalla polizia

di Maria Ida Settembrino

POTENZA - Quando l’«orco» cattivo percorre le mura di casa senza lasciare scampo ad una genitorialità fatta di protezione e di tanto amore. Succede in una contrada di Potenza, l’uomo poco più che cinquantenne, padre e marito, ha trasformato la permanenza dei suoi prossimi congiunti all’interno della casa coniugale in una trappola da cui scappare. È così che in una notte, una di quelle gelide dal punto di vista climatico tenuto conto dell’altezza montana del capoluogo lucano, per mamma e figlio minorenne, dopo le lunghe ed interminabili ore pomeridiane fatte di tensione, di vessazioni e tranquillità negata, il portone di casa risulta chiuso a doppia mandata. Tra incredulità e disagio, le due vittime cercano rifugio altrove per assecondare la volontà di un padre-padrone che ha deciso per la notte che sta per arrivare di metterli alla porta. È così che i due trovano accoglienza dal cappellano della Polizia di Stato. Un gesto nobile che proviene proprio da coloro che sono chiamati a dare protezione e ristoro contro ogni forma di abuso.

Così la Polizia inizia a condurre le indagini su espressa disposizione della Procura che formalizza senza indugio nei confronti dell’uomo le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni gravissime e sequestro di persona. Le investigazioni hanno evidenziato che l’uomo avrebbe persino negato i pasti alla moglie e al figlioletto. Ora il padre di famiglia risulta formalmente indagato, uno status destinato a durare per pochissimo altro tempo, visto che le indagini preliminari a suo carico risultano concluse e la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura, quasi un atto dovuto. Intanto il dibattito politico in materia di maltrattamenti in famiglia si fa sempre più stringente sulla possibilità di rafforzare e inasprire le condotte sanzionatorie nei confronti di chi si rende artefice di simili delitti, anche se dall’altro canto è la stessa Corte di Cassazione ad invitare alla cautela a fronte della necessaria molteplicità di atti persecutori e non della singola episodicità ai fini di una corretta configurabilità e punibilità del reato continuato dei maltrattamenti in famiglia. Tornando al caso certamente non isolato di Potenza, l’uomo avrebbe inasprito la sua sadica sequela di padre violento e irrispettoso con innumerevoli atteggiamenti lesivi della stessa dignità della moglie, costretta a vivere per la maggior parte del tempo al chiuso della casa coniugale e privata della possibilità di condurre una vita normale anche fuori dalle mura domestiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie