Sabato 05 Dicembre 2020 | 10:45

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Potentino
Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

 
maltempo
Potenza, voragine in centro: sprofonda pensilina

Potenza, voragine in centro: sprofonda pensilina

 
scuola
Basilicata, ordinanza prorogata: elementari e medie in aula il 9 dicembre

Basilicata, ordinanza prorogata: elementari e medie in aula il 9 dicembre

 
Controlli dei CC
Potenza, nasconde droga nel codino dei capelli: pusher 33enne nei guai

Potenza, nasconde droga nel codino dei capelli: pusher 33enne nei guai

 
A Potenza
Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

 
Nel Potentino
Marsicovetere, impose alla ditta un'assunzione: condannato ex sindaco Cantiani

Marsicovetere, impose alla ditta un'assunzione: condannato ex sindaco Cantiani

 
Concussione
Potenza, si fa dare denaro e regali: arrestato carabiniere forestale

Potenza, si fa dare denaro e regali: arrestato carabiniere forestale. In manette anche funzionario Ente Parco

 
a episcopia
Incendio in casa, forse per colpa di una stufa: muore 61enne nel Potentino

Incendio in casa, forse per colpa di una stufa: muore 61enne nel Potentino

 
Avigliano
Arriva a Natale la China China Laguardia, che piaceva a Emanuele Gianturco

Arriva a Natale la China China Laguardia, che piaceva a Emanuele Gianturco

 
La classifica
Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

 

Il Biancorosso

Serie C
Domani Paganese-Bari, mister Auteri: «Avversario rognoso»

Domani Paganese-Bari, mister Auteri: «Avversario rognoso»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Foggia, pedone investito in pieno centro e trasportato in ospedale

Foggia, pedone investito in pieno centro e trasportato in ospedale

 
Tarantoil 9 dicembre
Mittal Taranto, Emiliano e Melucci: convocato tavolo per Accordo di programma

Mittal Taranto, Emiliano e Melucci: convocato tavolo per Accordo di programma

 
Covid news h 24L'emergenza
Bat, due ambulanze Covid attive da domani su Andria e Trani

Bat, due ambulanze Covid attive da domani su Andria e Trani

 
Leccel'emergenza
Provincia Lecce, controlli anti Covid: dipendenti e consiglieri tutti negativi

Provincia Lecce, controlli anti Covid: dipendenti e consiglieri tutti negativi

 
Baribeni storici
Ruvo di Puglia, museo Jatta chiuso in attesa di restauro: Sisto e D'Attis (Fi) interrogano Franceschini

Ruvo di Puglia, museo Jatta chiuso in attesa di restauro: Sisto e D'Attis (Fi) interrogano Franceschini

 
Materasanità
Matera, l'ospedale non si tocca: «Scongiurata chiusura reparti»

Matera, l'ospedale non si tocca: «Scongiurata chiusura reparti»

 
PotenzaNel Potentino
Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

 
Brindisinel Brindisino
Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

 

i più letti

dopo dieci anni di precariato

Potenza, cinque ex dipendenti
trascinano il Coni in tribunale

POTENZA - Cinque precari del Coni di Basilicata mandati a casa senza preavviso dopo circa dieci anni di lavoro subordinato pagato con contratti che sarebbero irregolari. Una mattina di metà ottobre i cinque hanno trovato la porta chiusa degli uffici, né Il presidente regionale né il segretario regionale hanno saputo dare una motivazione all’accaduto. L’antefatto sarebbe il ricorso presentato dagli stessi dipendenti «defenestrati» che dopo dieci anni di attività hanno chiesto di vedersi riconosciuti i propri diritti di lavoratori all’interno della struttura (il ricorso sarebbe stato presentato i a luglio 2015).

Dal 2006 lavoravano all’interno del Coni: ognuno aveva un compito assegnato. Negli altri comitati d’Italia le mansioni affidate ai soli dipendenti con contratto a tempo indeterminato, a Potenza - secondo i denuncianti - venivano eseguite da collaboratori, sulla carta assunti con contratti di prestazione tecnico-sportiva ma nello stato di fatto con responsabilità ed impiego effettivo al pari dei dipendenti.

I cinque «epurati» si erano rivolti anche al presidente nazionale del Coni, Malagò che aveva promesso loro di supervisionare la situazione con l’obiettivo di porvi un rimedio. Le promesse di Malagò comprendevano un contratto di collaborazione piena fino a dicembre 2015 a cui avrebbe fatto seguito l’assunzione. Ma l’impegno è stato disatteso. Inoltre, dalla ridistribuzione del personale del Coni, resa necessaria per porre rimedio a situazioni paradossali come quella in Campania che prevedeva decine di esuberi sul personale (in Basilicata erano previste 3 carenze, essendoci al tempo dei fatti un solo dipendente), due venivano mandati ad occupare due delle tre carenze previste da circolare Coni, due colleghi trasferiti dal Coni Campania.

Sulla situazione dei cinque lavoratori tutto tace. E così, dopo dieci anni di vita all’interno della struttura, trovano il coraggio di avviare un’azione legale, denunciando, tra l’altro, parentele, favoritismi e carriere «pilotate». Oggi si svolgerà la prima udienza della causa giudiziaria: «Cercheremo - tuonano i cinque ormai ex lavoratori - di portare alla luce tanti scheletri nascosti negli armadi di chi dovrebbe predicare valori sinceri ai giovani attraverso lo sport e invece preferisce che lo sport segua la scia di corruzione e malaffare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie