Martedì 19 Marzo 2019 | 18:21

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Travolse e uccise 4 persone tra cui il fratello Condannato a 10 anni

Travolse e uccise 4 persone tra cui il fratello Condannato a 10 anni
POTENZA - Ubriaco, alla guida di una potente Bmw, travolse e uccise quattro ragazzi tranquillamente seduti davanti a un bar di Silla di Sassano, in provincia di Salerno. Oggi, il conducente di quell'auto, una potente Bmw, Gianni Paciello, 23 anni, di Sassano, è stato condannato dal Tribunale di Lagonegro (Potenza) a dieci anni e quattro mesi di reclusione e quattro anni di sospensione della patente di guida. 
 L’incidente avvenne il 28 settembre 2014 e fra le vittime c'era anche il fratello di Gianni Paciello, Luigi, di soli 14 anni. Gli altri ragazzi erano i fratelli Nicola e Giovanni Femminella, di 16 il primo, di 22 il secondo, e Daniele Paciello, di 19 anni. 

 La condanna a dieci anni e quattro mesi per omicidio colposo plurimo è più pesante della stessa richiesta del pubblico ministero, Francesca Fresch, che aveva chiesto per l’imputato otto anni di reclusione. 
 Il Tribunale ha respinto la tesi difensiva sostenuta dai legali dell’imputato i quali hanno sempre addebitato la causa della tragedia a un malore di Paciello e a un guasto meccanico dell’auto. 
 Ad inficiare questa tesi sono stati soprattutto i risultati degli esami dell’alcoltest: Paciello, che si trova agli arresti domiciliari in una struttura protetta della Carista nel Vallo di Diano, è risultato positivo agli esami effettuati all’ospedale di Polla (Salerno). Alcuni filmati realizzati da diverse telecamere presenti sulla strada che conduce al luogo della tragedia, inoltre, hanno consentito di ricostruire la velocità dell’auto al momento dell’impatto: oltre 100 chilometri orari in pieno centro abitato. 

 Al momento della lettura della sentenza i parenti delle vittime sono scoppiati a piangere. Nell’aula c'erano anche tanti amici dei quattro ragazzi, alcuni dei quali avevano tra le mani le foto delle vittime della tragedia. Non c'era Gianni Paciello, che è rimasto nella struttura della Caritas. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400