Venerdì 22 Marzo 2019 | 03:41

NEWS DALLA SEZIONE

La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

Centro oli, i pm chiedono monitoraggi ad Arpab Dubbi su «buchi nei controlli

Centro oli, i pm chiedono monitoraggi ad Arpab Dubbi su «buchi nei controlli
GIOVANNI RIVELLI
POTENZA -Una corrispondenza tra Procura della Repubblica di Potenza e Arpab nello scorso mese di agosto con al centro le emissioni del Centro Olii Val d’Agri di Viggiano e i controlli che l’agenzia per la tutela ambientale ha effettuato sull’impianto. A sottoscrivere le rispettive note sono i rispettivi capi dei due uffici, ossia il procuratore capo Luigi Gay e il direttore generale Aldo Schiassi. La notizia, filtrata nelle scorse ore, conferma un forte interesse giudiziario sulle questioni ambientali legate alle attività petrolifere lucane che, a quanto si apprende, sarebbe già in fase molto avanzata.

Così nello scorso mese di agosto, il vertice delll’ufficio inquirente lucano ha scritto all’agenzia per chiedere tutti i controlli fatti dall’Arpab sulle emissioni in atmosfera dal Centro olii, con particolare riferimenti alle situazioni in cui si sarebbero verificate anomalie, e nella circostanza sarebbe emerso che per un periodo i monitoraggi avrebbero subito una battuta d’arresto. La risposta fornita, tempestivamente, dal direttore generale Aldo Schiassi conterrebbe, infatti, dei buchi e le relative spiegazioni. Il tutto sarebbe da collegare alle difficoltà finanziarie in cui l’agenzia si è venuta a trovare dopo che, alla fine del 2014, è venuto fuori che per quell’anno non era stato approvato il bilancio di previsione ed erano state effettuate spese senza il necessario strumento contabile.

«La mancata approvazione del bilancio è l’unica cosa che ci mette nella condizione di non poter operare e non lo capiamo» disse in un’intervista alla Gazzetta Schiassi, una posizione su cui a strettissimo giro arrivò il chiarimento della regione che precisò che le esigenze di tutela di salute e ambiente erano prioritarie rispetto a quelle contabili e che quindi, per queste necessità, l’Arpab avrebbe potuto continuare a effettuare spese. Questo susseguirsi di posizioni sarebbe stato attenzionato anche dalla Procura che ne avrebbe chiesto conto nel carteggio di cui si parla. Ma se e in che misura i controlli sulle attività petrolifere abbiano avuto un arresto, oggetto della risposta di Schiassi alla Procura, e quali siano stati invece i risultati monitorati è questione che resta nel riserbo. Almeno fino a quando le esigenze di indagine non potranno portare allo show down. E non è detto che i tempi siano lunghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400