Giovedì 21 Marzo 2019 | 14:30

NEWS DALLA SEZIONE

Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaFondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
BariL'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
LecceNel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 

Claps, donne delle pulizie  nella chiesa SS. Trinità condannate a otto mesi

Claps, donne delle pulizie  nella chiesa SS. Trinità condannate a otto mesi
POTENZA – Margherita Santarsiero e la figlia Anna Lovito – le donne delle pulizie nella chiesa della Santissima Trinità di Potenza all’epoca del ritrovamento del cadavere di Elisa Claps, il 17 marzo 2010 – sono state condannate a otto mesi di reclusione (pena sospesa) dal giudice Marina Rizzo perchè ritenute responsabili di false dichiarazioni al pubblico ministero.

Le due donne – per le quali il pm, Laura Triassi, aveva chiesto la condanna a sei mesi di reclusione – avrebbero visto il cadavere della ragazza prima del suo ritrovamento "ufficiale". Santarsiero e Lovito sono state condannate anche ad un risarcimento e al pagamento delle spese processuali. Il pm aveva chiesto, inoltre, la trasmissione alla Procura degli atti relativi ai testimoni ascoltati nel processo che il giudice avesse dichiarato inattendibili: dalla lettura della sentenza non sono emersi elementi in tal senso.

Alla fine dell’udienza, Gildo Claps – fratello di Elisa, scomparsa e subito assassinata il 12 settembre 1993 proprio nel sottotetto della Trinità da Danilo Restivo, condannato a trent'anni di reclusione per l’omicidio della studentessa potentina e in carcere in Gran Bretagna per un altro delitto - ha annunciato di voler presentare la richiesta di trasmissione degli atti sui testimoni alla Procura della Repubblica perchè "chi ha assistito al dibattimento capisce che si sono consumate decine di false testimonianze: sono sorpreso e amareggiato anche perchè le due donne delle pulizie sono solo l’ultimo anello di un muro di omertà che avremmo dovuto rompere con questo processo, e tante sono le responsabilità – ha concluso – della curia potentina".

L'avvocato di Santarsiero e Lovito, Maria Bamondo, ha definito la sentenza "pilatesca e la partita si giocherà più avanti: noi ricorreremo in appello ma la mancata trasmissione degli atti significa che hanno fatto delle mie assistite un vero capro espiatorio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400