Mercoledì 20 Marzo 2019 | 12:08

NEWS DALLA SEZIONE

Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraNel Materano
Policoro, istituto falsificava diplomi di maturità: 21 persone indagate

Istituto falsificava diplomi di maturità nel Metapontino: 21 persone indagate

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
LecceI dati
Unisalento, rettore: «Immatricolazioni cresciute del 7,5%»

Unisalento, rettore: «Immatricolazioni cresciute del 7,5%»

 
FoggiaDopo il restyling
Foggia, riapre il museo di storia naturale

Foggia, riapre il museo di storia naturale

 
BariLa «Rendella»
Monopoli, la biblioteca è senza barriere grazie a una onlus

Monopoli, la biblioteca è senza barriere grazie a una onlus

 
BatCasa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 

Potenza, imprese in piazza a favore investimenti Eni

Potenza, imprese in piazza a favore investimenti Eni
POTENZA – Un migliaio, tra imprenditori e lavoratori dell’indotto Eni in Val d’Agri, hanno organizzato stamani a Potenza un presidio per "sollecitare" il rispetto degli accordi tra la Regione e l’Eni del 1998, in particolare per quel che riguarda le opere da realizzare e la tutela dei livelli occupazionali.
Al presidio hanno partecipato circa 1.200 persone, con un centinaio di automezzi (comprese una decina di gru) e circa 20 autobus provenienti da tutta la regione. Una delegazione è stata anche ricevuta dal presidente della Regione, Marcello Pittella (Pd), che ha ricevuto un documento (con 1.800 firme) con le richieste delle imprese. Nei punti contenuti nel memorandum, si chiede di "sollecitare" il rilascio delle autorizzazioni per progetti previsti negli accordi del 1998, e di "velocizzare il rilascio delle autorizzazioni" sospese per le opere (come la costruzione del condotto "Pergola 1" e i pozzi "Caldarosa" 2 e 3 e il "S.Elia" 7, e la manutenzione del Centro Olio), anche per la tutela dei posti di lavoro. Sono infatti una trentina le aziende che operano nell’indotto Eni in Val d’Agri, con circa 3.500 persone impiegate (il 50% delle quali è lucana).
I dati sono stati resi noti da Ida Leone, uno dei componenti nel comitato "9 Ottobre" che ha organizzato la protesta: "Vogliamo portare all’attenzione della Regione – ha detto – non solo la questione burocratica e imprenditoriale, ma anche il futuro di queste famiglie, poichè circa la metà degli occupati rischia di perdere il posto entro la fine dell’anno. Non parliamo di nuove trivellazioni o dell’aumento della produzione, ma solo del rispetto degli accordi del 1998, per la tutela di tutte quelle piccole aziende che hanno investito in questo settore e che sono cresciute".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400