Sabato 23 Febbraio 2019 | 01:14

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
In vista del 24 marzo
Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

 
Economia
Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

 
L'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Firema: al via processo per morti da amianto Uno stabilimento anche a Tito

Firema: al via processo per morti da amianto Uno stabilimento anche a Tito
CASERTA – E' iniziato al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), davanti al giudice monocratico Marinella Graziano, il processo a carico di cinque tra ex amministratori e alti dirigenti della Firema, azienda che produce carrozze ferroviarie con stabilimenti a Caserta, Milano, Spello (Perugia) e Tito (Potenza), accusati di rimozione e omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro in relazione alla morte per patologie dovute all’esposizione all’amianto di 19 lavoratori.  
Sono 82, invece, i dipendenti attualmente ammalati: afflitti da carcinoma polmonare, mesotelioma pleurico, asbestosi e altre patologie tumorali e non. I lavoratori coinvolti erano tutti in servizio nello stabilimento casertano.

Il processo è stato rinviato al 19 ottobre per un difetto di notifica. Gli imputati sono Gianfranco Fiore, 68 anni, amministratore delegato di Firema fino al 2000 e poi presidente fino al 2001, Roberto Fiore, 63 anni, ad di Firema dal 2004 in poi, Giuseppe Ricci, 70 anni, ex direttore dello stabilimento fino al 13 gennaio 2005, Maurizio Russo, 68 anni, direttore tecnico dal settembre 2004 e Roberto Mazza, 69 anni, alto dirigente fino al 31 dicembre 2007.

Lo scorso 27 gennaio, il gup Ivana Salvatore, al termine di un udienza preliminare iniziata nell’ottobre 2013, aveva disposto il proscioglimento per avvenuta prescrizione per altri 6 imputati, tutti ex alti dirigenti, ovvero Giovanni e Mario Fiore, Enzo Ianuario, Giovanni Iardino, Mario Pasquali e Carlo Regazzoni. Anche per gli imputati sotto processo la prescrizione dovrebbe scattare tra i 18 e i 24 mesi.
Nel giudizio sono costituiti parti civili i parenti dei lavoratori deceduti insieme alla Fiom di Caserta (assistita dall’avvocato Angelo Cutolo) e alla Cgil Regionale.

Qualche giorno fa la Firema, dopo una gestione commissariale iniziata nell’agosto 2010 a causa della crisi delle precedente gestione, quella della famiglia Fiore – sulla vicenda sono in corso indagini per bancarotta fraudolenta che ha coinvolto i fratelli Gianfranco e Roberto Fiore, finiti ai domiciliari nel marzo 2014 poi tornati in libertà – è stata acquistata da una cordata guidata dalla multinazionale indiana Titagarh cui partecipa con una quota del 10% anche l’azienda napoletana Adler.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400