Martedì 19 Marzo 2019 | 18:13

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

«Ferrovie lucane» Addio vecchie stazioni passato da valorizzare

«Ferrovie lucane» Addio vecchie stazioni passato da valorizzare
di PIERO MIOLLA

POTENZA - Un passato da ricostruire e rivalorizzare. Le stazioni ferroviarie abbandonate come volano per avviare progetti sociali che abbiano ricadute positive sul territorio. È l’obiettivo della Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) che ha deciso di cedere 1.700 stazioni impresenziate su tutto il territorio nazionale con contratti di comodato d’uso gratuito ad associazioni e Comuni affinché avviino progetti sociali. Delle 1.700 stazioni impresenziate, 345 sono già state assegnate, per una superficie di oltre 63.683 metri quadrati ed un valore di 120 milioni di euro.
Rfi, inoltre, ha avviato un nuovo progetto di riqualificazione per il riuso sociale - ambientale degli spazi grazie alla sottoscrizione di protocolli d’intesa.

Ma non ci sono solo le stazioni: anche 3mila chilometri di linee ferroviarie dismesse fanno parte del patrimonio Fs, di cui 325 sono stati destinati a greenways, cioè piste ciclabili e percorsi verdi accessibili a tutti, riservati alla mobilità dolce. Il possibile riuso delle stazioni impresenziate potrebbe portare a nuove attività imprenditoriali o al recupero di attività tradizionali dell’ar tigianato locale in via di estinzione nell’ambito del comune di ubicazione della stazione. Più semplicemente i locali inutilizzati potrebbero anche essere adibiti ad attività commerciali come bar, tabacchi, edicole, market, ma anche del campo della ristorazione.

La stazione, però, potrebbe essere riletta per attività culturali: manifestazioni espositive o museali, bibliotecarie o di orientamento giovanile allo studio o al lavoro, attività didattiche o di ricostruzione di reti relazionali. Tutto molto bello, ma, a conti fatti, tra tecnologia che avanza e costi insostenibili, l’iniziativa di Trenitalia è la conferma di un’Italia che cambia e che, proprio per questo, non c’è più. In Basilicata ci sono 40 stazioni impresenziate, con 57 immobili e 54 appartamenti per una superficie complessiva di 5.451 metri quadri ed un valore di circa 2 milioni di euro.

Delle 40 stazioni lucane, 17 sono collocate nel centro abitato e tutte le altre al di fuori dei centri urbani con distanze variabili tra 1,5 e 11 chilometri. Al momento risultano avviati 35 contatti per un possibile riuso dei locali disponibili, di cui 8 con operatori economici privati, 18 con enti locali, 3 con associazioni e 6 con cooperative. I contratti definiti, invece, sono 10 (9 affitti e 1 comodato). Diciannove stazioni si trovano vicine ad altre attività commerciali, 21 lontane. In 20 casi esiste la possibilità di scambio intermodale con altri mezzi di trasporto pubblico. Infine, le finalità, sia delle trattative in corso che dei contratti definiti sono in 15 casi a scopo commerciale, 5 sociale, 15 turistico e 1 culturale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400