Venerdì 22 Marzo 2019 | 02:53

NEWS DALLA SEZIONE

La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

Acque inquinate a Montemurro I risultati delle analisi «Diverse dal pozzo dell'Eni»

Acque inquinate a Montemurro I risultati delle analisi «Diverse dal pozzo dell'Eni»
POTENZA – "Non esiste alcuna parentela tra le due polle in contrada La Rossa e le acque di reiniezione del pozzo Costa Molina 2": è questo in sintesi il risultato dei rilievi e delle analisi effettuate dal professor Eros Bacci, già ordinario di Ecotossicologia nell’Università di Siena, per la comparazione in Val d’Agri tra le acque del pozzo Eni e un’area, nel comune di Montemurro (Potenza), in cui si ipotizzava un inquinamento da idrocarburi.

I risultati sono stati presentati oggi, nel corso di una conferenza stampa, dal docente universitario e dal responsabile relazioni istituzionali locali di Eni, Francesco Manna. Gli indicatori (e in particolare gli isotopi stabili dell’idrogeno e dell’ossigeno) rilevati in due "pozze" d’acqua in contrada La Rossa permettono di escludere ogni ipotesi di inquinamento derivante dal pozzo "Costa Molina 2": il colore, l’odore e la mancanza di erba nei dintorni delle pozze, sono imputabili a effetti naturali (dall’argilla alla temperatura) e non a fuoriuscite di acque di reiniezione. Sono proprio gli isotopi, secondo Bacci, a rappresentare la "prova regina", una sorta di dna dell’acqua che permette, in modo "del tutto inconfutabile", di stabilire la mancanza di "parentela" tra le due acque, anche considerando tempi e condizioni diverse dell’area.

Il ricercatore, in una prima fase, ha utilizzato dati dell’Eni e rilievi già svolti; in una seconda fase sono stati fatti nuovi rilievi sul posto, in più settimane e con condizioni diverse, confermando "l'estraneità di qualsiasi correlazione", e l'impossibilità che la composizione del terreno abbia in qualche modo "filtrato" l’acqua trattenendo elementi inquinanti. I campioni sono stati analizzati in tre differenti laboratori indipendenti, in modo "non controllato e non controllabile" dal committente, ha precisato Bacci. Le acque prelevate nelle polle hanno un profilo isotopico più leggero, simile alle acque sorgive di tutta la zona, ha precisato l’Eni, così come "diversa e incompatibile" è la concentrazione dei marcatori naturali (Calcio e Magnesio), e "non vi sono tracce, nelle polle, del marcatore artificiale specifico proprio delle acque di reiniezione del pozzo, ovvero le ammine filmanti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400