Venerdì 07 Agosto 2020 | 13:47

NEWS DALLA SEZIONE

SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLA TESTIMONIANZA
Specchia, io e mia figlia, ferita nell'inferno di Beirut

Specchia, parla Antonio Lia: «Mia figlia, ferita nell'inferno di Beirut»

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
PotenzaSANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
Tarantoi contagi
Positivo a Taranto dopo tre mesi

Coronavirus, un positivo a Taranto dopo tre mesi

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
BatEMERGENZA ABITATIVA
Trani, casa occupata assegnata dal Comune

Trani, casa occupata di via Olanda assegnata dal Comune

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

Indagini lucane portano all'arresto di un boss mafioso newyorkese

Indagini lucane portano all'arresto di un boss mafioso newyorkese
POTENZA – Estradato dagli Stati Uniti d’America, numero 3 della famiglia mafiosa newyorkese dei Gambino, Francesco Palmeri, detto 'Ciccio l’americano', è arrivato stamani in Italia, all’aeroporto di Fiumicino, e, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, è stato trasferito dalla Polizia a Rebibbia. Agenti della Squadra mobile di Matera e del Servizio centrale operativo (Sco) hanno eseguito l’ordinanza emessa nel dicembre 2014 (quando Palmeri fu arrestato a New York) dal gip di Potenza su richiesta della Procura distrettuale antimafia del capoluogo lucano (che ha poi chiesto l’estradizione) nell’ambito dell’operazione 'Underboss' su alcuni episodi di estorsione, aggravata dal metodo mafioso, nei confronti di un imprenditore della provincia di Matera.

LA RICOSTRUZIONE - Nel dicembre 2014 l’operazione antimafia portò in carcere otto persone con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. I provvedimenti di custodia cautelare in carcere furono eseguiti in Basilicata, Campania, Sicilia, Lombardia e Stati Uniti d’America. Palmeri, personaggio di spicco di 'Cosa nostrà americana, è indicato dalle autorità statunitensi come affiliato alla nota famiglia mafiosa italo-americana Gambino in cui riveste il ruolo di numero 3, ossia immediatamente sotto il capo, l'Underboss. Il ruolo di 'Ciccio l’americano' – secondo quanto ricostruito dagli investigatori – era emerso fin dal principio dell’inchiesta quando, nell’ambito di un’indagine internazionale coordinata dalla Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria e dall’Eastern District di New York, furono intercettate diverse conversazioni telefoniche con alcuni indagati di quel procedimento.
Palmeri fu inviato in Italia dai Gambino per intimorire un imprenditore materano e indurlo così a pagare un milione di euro, a titolo di interessi per un vecchio 'prestito personale' concessogli anni prima. L’uomo mafioso si affidò a un gruppo di malavitosi campani, che avevano collegamenti a New York, attraverso un loro capo, ormai da anni residente nel quartiere di Brooklyn.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie