Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 04:14

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
La pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
la protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
a Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 
Demografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
La decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Nel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
I numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Potenza, abusò di bimbo ricoverato: pm chiede rinvio a giudizio di 41enne

Potenza, abusò di bimbo ricoverato: pm chiede rinvio a giudizio di 41enne
di Fabio Amendolara

POTENZA - Gli abusi sono finiti quando un’operatrice di una casa protetta ha scoperto quei messaggi sms dal contenuto esplicito che arrivavano a uno dei bambini: «Ti desidero», «voglio fare sesso con te». Poi gli investigatori hanno scoperto che l’uomo aveva abusato di uno dei figli - minorenne - di una conoscente. E dopo qualche tempo hanno scoperto che aveva abusato anche dell’altro bambino mentre era nel reparto di pediatria dell’ospedale San Carlo di Potenza.

Il contesto familiare è degradato e uno dei due piccoli era affidato alla casa protetta. Lui, Domenico Teta, 41 anni, è indagato per violenza sessuale aggravata. Lei, la mamma (il nome della donna, il paese di origine, il nome della casa protetta e ogni altro dato che possa rendere i bambini riconoscibili verrà omesso per tutelare i due minorenni), è accusata di non essere intervenuta per impedire la violenza.Secondo la Procura di Potenza - la richiesta di rinvio a giudizio è stata firmata dal procuratore Luigi Gay e dal sostituto procuratore Daniela Pannone - l’uomo avrebbe tentato diverse volte di abusare del ragazzino «approfittando dei momenti di assenza degli operatori della comunità educativa (in un paese della provincia di Potenza, ndr) a cui era stato affidato». Ci ha provato diverse volte, secondo gli investigatori. Poi ci è riuscito.

La Procura ricostruisce i fatti in un capo d’imputazione: «Abusando - si legge nel documento - della condizione d’inferiorità fisica del minore che era ricoverato nel reparto di pediatria del San Carlo, dove si trovava immobile sul letto con la flebo attaccata a un braccio e con il rilevatore dei battiti cardiaci attaccato all’altro, lo costringeva ad atti sessuali». Il tutto aggravato dal fatto che il minore, impaurito, aveva cominciato a piangere pregandolo di andare via. Lui ha continuato, «finché l’apparecchiatura per i battiti cardiaci - si legge nella richiesta di rinvio a giudizio - non ha cominciato a suonare». Solo a quel punto, per paura che arrivassero gli infermieri, Teta è scappato.

L’altro bambino l’ha «corrotto» con regali e denaro. Ha dormito con lui e l’ha violentato. La mamma sapeva tutto ed era consenziente. Anche per la donna l’accusa è ricostruita in un capo d’imputazione. I due bambini si porteranno dietro per sempre il ricordo di quello che è accaduto. Per Teta l’udienza preliminare - il gup del Tribunale di Potenza che si occupa del caso è Michela Tiziana Petrocelli - entra nel vivo. Per la mamma un vizio di procedura rimanda indietro il fascicolo. Aveva chiesto di essere interrogata e gli investigatori non l’hanno mai convocata. Ora dovranno farlo. Poi la Procura - se riterrà la versione della donna insufficiente - le dovrà notificare di nuovo la richiesta di rinvio a giudizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie