Giovedì 01 Ottobre 2020 | 21:30

NEWS DALLA SEZIONE

I dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
I contagi
Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

 
Industria
Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

 
Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicovetere

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
Paura nel Potentino
Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

 
In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIL processo
Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

 
PotenzaI dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
TarantoTaranto
Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

 
LecceNel Salento
Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

 
BatIl virus
Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

 
Foggiatra carapelle e orta nova
Frontale fra due auto nel Foggiano: 7 feriti, alcuni in gravi condizioni

Frontale fra due auto nel Foggiano: 8 feriti, alcuni in gravi condizioni

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

Sei piccoli paesi lucani simbolo dell’Italia bella Da oggi anche Viggianello

di PINO PERCIANTE
Ecco la bella Basilicata, che vince grazie ai suoi «piccoli paradisi», come Viggianello che da oggi entra ufficialmente nella lista dei «Borghi più belli d’Italia». Stamattina  il sindaco Vincenzo Corraro riceverà dal presidente Umberto Forte la bandiera che sancisce l’ingresso del paese nell’esclusivo club. Ecco la carica dei sei: Acerenza, Castelmezzano, Guardia Perticara, Pietrapertosa, Venosa e Viggianello
Sei piccoli paesi lucani simbolo dell’Italia bella Da oggi anche Viggianello
di PINO PERCIANTE

Ecco la bella Basilicata, che vince grazie ai suoi «piccoli paradisi», come Viggianello che da oggi entra ufficialmente nella lista dei «Borghi più belli d’Italia». Alle 11.30  il sindaco Vincenzo Corraro riceverà dal presidente Umberto Forte la bandiera che sancisce l’ingresso del paese nell’esclusivo club. «Siamo molto onorati di aver ricevuto questo autorevole riconoscimento – dichiara il primo cittadino di Viggianello -. È la conferma che stiamo percorrendo la strada giusta per portare il nostro paese all’attenzione dei circuiti nazionali ed internazionali. Sono convinto, infatti, che tale riconoscimento offrirà un’opportunità in più sia sotto il profilo turistico che in ambito culturale». Il comune di Viggianello è stato scelto per lo «spiccato interesse artistico e storico» del borgo antico.

Un riconoscimento che inorgoglisce tutta la popolazione che sembra aver riscoperto nel piccolo borgo medioevale un vero e proprio gioiello. L’elenco dei borghi più belli d’Italia conta, al momento, 217 località. Sono quei paesini che il tempo e gli anni hanno lasciato intatti. Gioielli dell’ ar - chitettura medievale sopravvissuti a terremoti e stravolgimenti urbani, rimasti appartati e perciò affascinanti. Per la Basilicata ne compaiono sei: Acerenza, Castelmezzano, Guardia Perticara, Pietrapertosa, Venosa e Viggianello. Sei località giudicate «piccoli paradisi in terra» dall' associazione che da qualche anno lavora per valorizzare il patrimonio ignoto del Belpaese, individuando centri di valore artistico e architettonico che restano fuori dai circuiti turistici tradizionali e premiandoli con il marchio «borgo più bello».

Dalla città cattedrale come viene chiamata Acerenza fino ai panorami mozzafiato di Castelmezzano e Pietrapertosa, dalla necropoli di San Vito di Guardia Perticara alle artistiche fontane di Venosa, ai palazzi storici e al dedalo di vicoli senza una logica apparente di Viggianello, anche la Basilicata offre il suo contributo alla mappa dell’«Italia nascosta», utile al turista interessato alla conquista esplorativa. Il club dei Borghi più belli d'Italia è ristretto e prestigioso. Chi si candida ad entrare deve garantire degli standard di qualità. Deve avere un patrimonio architettonico o naturale certificato dalla Sovrintendenza. Deve essere armonioso, far circolare poche automobili, ospitare artisti e artigiani, curare l’ar redo, l’illuminazione e molte altre cose.

Il compito di decidere spetta ad un comitato di esperti dopo un sopralluogo sul posto. Se l’esito è positivo il comune viene premiato con il marchio «Borgo più bello». Ma l’aver superato la selezione non è motivo di garanzia per il futuro: la perdita, o anche solo la diminuzione, dei parametri di qualità indicati dal regolamento causa l’esclusione dal club. I borghi più belli d’Italia sono il vero tesoro della penisola, minori perché talvolta a rischio di estinzione e spopolamento ma in grado di elevare l’animo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie