Giovedì 01 Ottobre 2020 | 16:45

NEWS DALLA SEZIONE

Industria
Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

 
Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicovetere

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
Paura nel Potentino
Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

 
In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 
indagini
Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

 
lavoro
Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVLa denuncia
Bari, fuochi pirotecnici nella notte. Allarme malavita, Fdi scrive al ministro

Bari, fuochi pirotecnici nella notte. Allarme malavita, Fdi scrive al ministro

 
Tarantonel Tarantino
Coronavirus, focolaio in rsa a Ginosa Marina: guariti 3 pazienti

Coronavirus, focolaio in rsa a Ginosa Marina: guariti 3 pazienti

 
LecceNel Salento
Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

 
BatIl virus
Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

 
PotenzaIndustria
Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

 
Foggiatra carapelle e orta nova
Frontale fra due auto nel Foggiano: 7 feriti, alcuni in gravi condizioni

Frontale fra due auto nel Foggiano: 8 feriti, alcuni in gravi condizioni

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

Basilicata, dal petrolio i fondi necessari per 10mila sussidi

di ANTONELLA INCISO
POTENZA - Diecimila tra posti di lavoro e sussidi per i poveri sostenuti grazie ai fondi del petrolio. Sono racchiusi in un dossier «riservato» di pochissime pagine gli ultimi dati sul rapporto tra il petrolio e l’economia lucana. Numeri, prospettive, indicazioni illustrate in una nota consegnata ai consiglieri regionali del Partito democratico da cui emerge chiaramente come la Regione con i fondi riesce «a tenere in piedi interi settori dell’economia e più di 10mila tra posti di lavoro e sussidi per chi non ce la fa»
Basilicata, dal petrolio i fondi necessari per 10mila sussidi
di Antonella Inciso

POTENZA - Diecimila tra posti di lavoro e sussidi per i poveri sostenuti grazie ai fondi del petrolio.

Sono racchiusi in un dossier «riservato» di pochissime pagine gli ultimi dati sul rapporto tra il petrolio e l’economia lucana. Numeri, prospettive, indicazioni illustrate in una nota consegnata ai consiglieri regionali del Partito democratico prima dell’ultima riunione del gruppo. Una relazione da cui emerge chiaramente come la Regione con i fondi delle estrazioni petrolifere, «in un momento essenziale per la nostra economia» riesce «a tenere in piedi interi settori dell’economia e più di 10mila tra posti di lavoro e sussidi per chi non ce la fa». Un numero sostanzioso che si somma agli altri dati che vengono fuori dal dossier, a cominciare da quelli legati ai pozzi. In particolare, al momento dalla relazione emerge come siano 13 i pozzi inattivi, mentre 27 quelli in produzione. Tutti, però, legati agli accordi siglati nel 1998 che prevedevano la realizzazione di ben 56 pozzi petroliferi. «Nel 2005 - si legga nel documento - per il miglioramento dei sistemi estrattivi e per ottimizzare la concessione, i pozzi furono ridotti a 46. Tredici in meno» mentre oggi ad essere «realizzati sono 40» di cui «13 inattivi appunto». Per completare il quadro, dunque, restano da realizzare ben sei pozzi. «Sei pozzi di sviluppo da tre postazioni, 2 per ognuna, - continua il dossier - A questi si aggiungeranno 2 pozzi di ricerca: uno nel comune di Marsiconuovo, Pergola 1 in corso di realizzazione, ed uno previsto nel comune di Montemurro non ancora ubicato». Il che calcoli alla mano, significa che nei prossimi mesi si potranno avere «35 pozzi localizzati in 16 postazioni». Escludendo Tempa Rossa dove, invece, «i pozzi autorizzati sono 8, quelli realizzati al momento sei» mentre «ne restano da autorizzare altri due» (in base agli accordi del 2006.

La relazione, poi, si sofferma anche sulla diffusione sul territorio precisando che ad «essere interessato è poco più del 20 per cento del territorio regionale», mentre sono «18 le domande presentate per i permessi di ricerca», di cui «11 bocciate e 7 in valutazione». Il dossier, però, non è solo numeri. È anche progetti. Quelli, soprattutto, di natura ambientale. «Nell’ambito della salute la Regione ha avviato uno studio epidemiologico specifico denominato “Ambiente e salute in Val d’Agri” condotto dall’Istituto superiore di sanità - continua ancora la nota - Si concretizzerà la più grande campagna epidemiologica mai fatta, con l’apertura di un centro per la medicina ambientale utile al’intero Sud e con un’Arpab riformata e sempre più in grado di vigilare severamente l’operato delle compagnie ».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie