Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 11:03

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

 
emergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
L'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

 
Il caso
Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

 
In via Vaccaro
Potenza, frana una collinetta per colpa del maltempo: traffico in tilt

Potenza, frana una collinetta per colpa del maltempo: traffico in tilt

 
Il personaggio
Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

 
La novità
Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

 
maltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
L'emergenza
Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

 
Nel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIl caso
Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti

Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti»

 
BatIl polivalente sociale
Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

 
PotenzaIl virus
Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

 
FoggiaIl caso
Foggia, voci di vendita per la Fiat Powertrain: un affare pieno di incognite

Foggia, voci di vendita per la Fiat Powertrain: un affare pieno di incognite

 
Cinema e SpettacoliSHOAH
Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

 
LecceSangue amaro
Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

 
BrindisiIl caso
Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

La Basilicata «apre» al business dei rifiuti ok a 10 nuovi impianti

di FABIO AMENDOLARA
POTENZA - Dalla Regione il via libera a dieci cittadelle industriali dove il rifiuto si trasforma in prodotto che produce soldi: il «Cdr», Combustibile da rifiuto. Due mesi fa la delibera passata inosservata: «Realizzazione e ampliamenti di impianti di recupero di rifiuti sul territorio regionale». L’obiettivo: orientare il mercato per il pieno utilizzo del rifiuto prodotto
La Basilicata «apre» al business dei rifiuti ok a 10 nuovi impianti
FABIO AMENDOLARA
POTENZA - C’è chi vuole trasformare i rifiuti in combustibili, chi vuole raccogliere apparecchiature elettriche dismesse, chi vuole trattare rifiuti speciali pericolosi e chi preferisce smaltire rottami di automobili. Il business dei rifiuti più o meno pericolosi si arricchisce di dieci nuovi opifici per il trattamento, la raccolta e lo smaltimento. Alcuni esistono già e chiedono di poter ampliare la loro attività. Altri chiedono di poter cominciare a sfruttare la materia prima: l’immondizia. Dieci cittadelle industriali dove il rifiuto si trasforma in prodotto che produce soldi: il «Cdr». Letteralmente: «Combustibile da rifiuto».

La giunta regionale il 27 giugno ha votato una delibera che è passata inosservata: «Realizzazione e ampliamenti di impianti di recupero di rifiuti sul territorio regionale». Relatore: Aldo Berlinguer. La delibera richiama un’ordinanza del governatore Marcello Pitella che chiedeva di verificare, soprattutto nella provincia di Matera, «l’interesse di privati a investire propri capitali per la realizzazione di impianti di trasformazione dei rifiuti in combustibili».

Di solito è il prodotto finale di un processo produttivo «complesso» che in modo tecnico viene definito «filiera di differenziazione, recupero e riciclo di rifiuti non pericolosi». Non pericolosi. È un aspetto fondamentale di questo sistema di recupero. Ma nella delibera della Regione vengono citati anche rifiuti pericolosi.

La giunta regionale intende «orientare il mercato», così è scritto nella delibera, «per il pieno utilizzo del rifiuto prodotto specificando che tutti i derivati dovranno essere trattati in impianti autorizzati».

Ma perché la Regione strizza l’occhio a chi vuole fare business nel settore dei rifiuti? «Il deficit di impianti di smaltimento finale sia in provincia di Potenza sia in provincia di Matera - sostengono gli esponenti della giunta regionale - determina volumi di discarica disponibili sul territorio regionale sempre più esigui».

Una definizione che «puzza» di emergenza. La chiusura delle discariche per cause giudiziarie ha mandato in tilt il sistema. E allora la Regione è corsa ai ripari. Ma lo fa in assenza del Piano dei rifiuti, scaduto da tempo e mai rinnovato. Ma la volontà di creare gli opifici per produrre combustibile dai rifiuti è sottolineata da un passaggio della delibera che ha l’aria di un «diktat»: «La giunta dispone che le amministrazioni provinciali di Potenza e Matera recepiscano nei propri strumenti di pianificazione di settore gli impianti di recupero». Ovvero i dieci opifici per produrre «Cdr».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie