Sabato 23 Febbraio 2019 | 23:38

NEWS DALLA SEZIONE

Voto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
Maltempo
Nevica allo stadio: rinviata gara di serie C Potenza - Sicula Leonzio

Nevica allo stadio: rinviata gara di serie C Potenza - Sicula Leonzio

 
Violenza
Roccanova, arrestato 37enne: stava prendendo a calci a moglie

Roccanova, arrestato 37enne: stava prendendo a calci a moglie

 
Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
In vista del 24 marzo
Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

 
Economia
Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

 
L'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

La Basilicata «apre» al business dei rifiuti ok a 10 nuovi impianti

di FABIO AMENDOLARA
POTENZA - Dalla Regione il via libera a dieci cittadelle industriali dove il rifiuto si trasforma in prodotto che produce soldi: il «Cdr», Combustibile da rifiuto. Due mesi fa la delibera passata inosservata: «Realizzazione e ampliamenti di impianti di recupero di rifiuti sul territorio regionale». L’obiettivo: orientare il mercato per il pieno utilizzo del rifiuto prodotto
La Basilicata «apre» al business dei rifiuti ok a 10 nuovi impianti
FABIO AMENDOLARA
POTENZA - C’è chi vuole trasformare i rifiuti in combustibili, chi vuole raccogliere apparecchiature elettriche dismesse, chi vuole trattare rifiuti speciali pericolosi e chi preferisce smaltire rottami di automobili. Il business dei rifiuti più o meno pericolosi si arricchisce di dieci nuovi opifici per il trattamento, la raccolta e lo smaltimento. Alcuni esistono già e chiedono di poter ampliare la loro attività. Altri chiedono di poter cominciare a sfruttare la materia prima: l’immondizia. Dieci cittadelle industriali dove il rifiuto si trasforma in prodotto che produce soldi: il «Cdr». Letteralmente: «Combustibile da rifiuto».

La giunta regionale il 27 giugno ha votato una delibera che è passata inosservata: «Realizzazione e ampliamenti di impianti di recupero di rifiuti sul territorio regionale». Relatore: Aldo Berlinguer. La delibera richiama un’ordinanza del governatore Marcello Pitella che chiedeva di verificare, soprattutto nella provincia di Matera, «l’interesse di privati a investire propri capitali per la realizzazione di impianti di trasformazione dei rifiuti in combustibili».

Di solito è il prodotto finale di un processo produttivo «complesso» che in modo tecnico viene definito «filiera di differenziazione, recupero e riciclo di rifiuti non pericolosi». Non pericolosi. È un aspetto fondamentale di questo sistema di recupero. Ma nella delibera della Regione vengono citati anche rifiuti pericolosi.

La giunta regionale intende «orientare il mercato», così è scritto nella delibera, «per il pieno utilizzo del rifiuto prodotto specificando che tutti i derivati dovranno essere trattati in impianti autorizzati».

Ma perché la Regione strizza l’occhio a chi vuole fare business nel settore dei rifiuti? «Il deficit di impianti di smaltimento finale sia in provincia di Potenza sia in provincia di Matera - sostengono gli esponenti della giunta regionale - determina volumi di discarica disponibili sul territorio regionale sempre più esigui».

Una definizione che «puzza» di emergenza. La chiusura delle discariche per cause giudiziarie ha mandato in tilt il sistema. E allora la Regione è corsa ai ripari. Ma lo fa in assenza del Piano dei rifiuti, scaduto da tempo e mai rinnovato. Ma la volontà di creare gli opifici per produrre combustibile dai rifiuti è sottolineata da un passaggio della delibera che ha l’aria di un «diktat»: «La giunta dispone che le amministrazioni provinciali di Potenza e Matera recepiscano nei propri strumenti di pianificazione di settore gli impianti di recupero». Ovvero i dieci opifici per produrre «Cdr».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400