Giovedì 21 Febbraio 2019 | 16:28

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

Cantieri Piano per il Sud ecco le opere in Basilicata

di ANTONELLA INCISO
POTENZA - Strade, ferrovie, opere idriche: c’è di tutto negli interventi che sono stati sbloccati e che dovrebbero partire. Ci sono progetti attesi da anni ma anche qualche nuovo intervento grazie ad uno stanziamento di un miliardo e 900 milioni di euro di fondi statali previsti dal Piano per il Sud. Dai lavori sulla «Potenza- Melfi» ai progetti per la «Murgia-Pollino»
Cantieri Piano per il Sud ecco le opere in Basilicata
ANTONELLA INCISO
POTENZA - L’autunno delle grandi opere. Dopo le attese, dopo i proclami, dopo gli annunci rimasti, spesso, solo sulla carta la Basilicata avrà, finalmente, il suo autunno di grandi opere. Con l’Accordo quadro siglato con il Governo e con l’Anas si punta a «ri-costruire», come sottolinea il governo regionale, ed a far decollare un piano pluriennale che possa favorire l’avvicinamento tra il territorio lucano ed il resto del mondo.

Strade, ferrovie, opere idriche: c’è di tutto negli interventi che sono stati sbloccati e che dovrebbero partire. Ci sono progetti attesi da anni ma anche qualche nuovo intervento. Ma soprattutto per la Basilicata c’è la possibilità di proiettarsi in una dimensione nazionale ed internazionale più vicina. Questo grazie ad uno stanziamento di un miliardo e 900 milioni di euro di fondi statali. Una cifra corposa, una cifra che dovrebbe consentire di sistemare diversi tasselli nel mosaico infrastrutturale lucano.

Le ambizioni si concretizzeranno, in particolar modo, negli interventi che sono previsti sul fronte stradale.

Tra questi, uno dei più attesi, riguarda la «Potenza - Melfi», strada da sempre tristemente nota per la pericolosità legata ai numerosi incidenti stradali che si verificano. Per migliorarne la sicurezza la strada sarà allargata, e per ben 9 chilometri (nei tratti considerati più pericolosi) sarà realizzata la terza corsia. Un progetto che consentirà - seppure non nell’intero tratto, almeno in parte di esso - di ammodernarla e facilitare il traffico divenuto sempre più sostenuto. E se il Vulture potrà avvantaggiarsi con gli interventi sul tratto stradale, anche l’area sud potrà veder realizzati interventi attesi da tempo. Come il completamento della bretella di collegamento tra la statale 585 «Fondovalle del Noce» e Lauria, un tratto che consentirà di snellire il traffico nell’area e di facilitare l’accesso da e per la cittadina del Lagonegrese. Altra opera strategica quella prevista in Val d’Agri dove si ultimerà il terzo lotto della «Tito- Brienza». Al centro di un iter avviato, poi stoppato ed infine nuovamente ripreso, il tratto una volta ultimato consentirà di decongestionare il traffico dei mezzi pesanti e non che, attualmente, attraversano il borgo antico del paese. Con notevoli problemi sia sul fronte della viabilità, sia su quello ambientale.

Altre direttrici tra Materano ed Alto Bradano saranno anche interessate dagli interventi. Tra queste l’itinerario «Salerno- Potenza- Bari» che prevede lavori su un tratto di 21 chilometri; il nuovo intervento previsto sulla «Matera-Ferrandina - Pisticci» e soprattutto il progetto previsto sul tratto «Gioia del colle - Matera» collegato al corridoio «Murgia - Pollino».

Insomma, grandi opere strategiche potrebbero diventare realtà. E come esse ulteriori interventi da tempo ipotizzati. Perchè il governo regionale starebbe pensando ad incrementare l’accessibilità regionale sfruttando anche le risorse provenienti dagli accordi legati al Memorandum sul petrolio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400