Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:17

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
Il caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
Il caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
Nel Potentino
Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

 
Nel Potentino
Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

 
Guardia di Finanza
Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

 
Per almeno 15 giorni
Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

 
economia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Giustizia
Potenza, infiltrazioni d'acqua e impianto elettrico non funzionante: «Tribunale prossimo all'inagibilità»

Potenza, infiltrazioni d'acqua e impianto elettrico non funzionante: «Tribunale prossimo all'inagibilità»

 
la richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

matera

Gli «effetti» del cantiere
infinito della Bradanica

Strade messe a dura prova e la Provincia mette le pezze

strada Bradanica

MATERA - Solo ieri si sono visti i primi mezzi ed operai per mettere le «toppe» ad un tratto di strada a dir poco indecente, più che altro un percorso da savana.

Tra il bivio di Timmari e l’imbocco per Picciano, lungo la statale provinciale 8 che collega Matera a Irsina, Grottole e Grassano, a causa del cantiere infinito della Bradanica, la Provincia ha cominciato a sistemare il fondo stradale seriamente danneggiato dal passaggio dei mezzi pesanti delle diverse imprese che hanno lavorato per realizzare alcuni manufatti in cemento del nuovo tracciato della Bradanica.

Il manto in asfalto è seriamente compromesso da avvallamenti, da vistose crepe che iniziano ad allargarsi in maniera preoccupante, da veri e propri scalini creatisi per l’abbassamento della carreggiata.

Una situazione di pericolo costante per gli automobilisti - e sono numerosi visto il numero altissimo di pendolari che passano da quella parte e in genere il traffico sostenuto dei mezzi che utilizzano il vecchio percorso della Bradanica - di cui l’ente Provincia è tenuto a farsi carico, dal momento che deve provvedere alla manutenzione di una strada di sua competenza.

Gli ultimi interventi riparatori, quelli di ieri mattina, sembrano aver coperto solo in parte i problemi della strada, con le nuove pezze di asfalto. È stato, infatti, livellato uno dei punti a rischio (dove c’era un vistoso rialzamento del fondo stradale) ma ora bisogna intervenire anche in altre zone dove le crepe sono eloquenti. E la fortuna, per ora, è che l’inverno è stato clemente e la strada così non è stata compromessa da possibili movimenti franosi.

Insomma, se non dovesse continuare l’opera di adeguamento, il problema non potrebbe essere risolto e i disagi e i rischi continuerebbero ad essere garantiti.

Tra l’altro, i problemi persistono anche nel tratto successivo a quello «incriminato». Dal Paip 1 sino all’entrata del rione San Giacomo (sino alla rotonda fiorita con la scritta di benvenuto, accesso nord di Matera) è sempre più critica la situazione dovuta all’«imbuto» che si viene a creare a causa del restringimento della carreggiata in conseguenza dei lavori per La Bradanica e del flusso enorme di traffico. Di lì passano ogni giorno coloro che arrivano da San Nicola di Melfi (Fiat), dai centri potentini, da La Martella, dai comuni interni della provincia materana.

Un’arteria percorsa dai mezzi pesanti (compresi i tir) che vanno verso la Puglia o che devono scaricare merci nel Paip. Rallentamenti e code estenuanti sono all’ordine del giorno per chi prosegue verso la città, visto che la strada provinciale “Aia del Cavallo” è inagibile per consentire i lavori per il primo lotto della statale 655 Bradanica. Ricordiamo che l’ultimo termine per la consegna dell’opera - sempre che non accada altro ad allungare il calvario per l’attesa - è fissato per la primavera del 2016, stando alle intese intercorse tra l’Anas, stazione appaltante, e l’impresa che sta operando. [e.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie