Giovedì 06 Agosto 2020 | 15:52

NEWS DALLA SEZIONE

dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
Automobilismo
Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

 
la scoperta
Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

 
Tragedia
Vinovo, guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna e si toglie la vita

Guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna in Piemonte e si toglie la vita

 

Il Biancorosso

IL CASO
Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLA POLEMICA
Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

 
BatLA CRISI
Barletta, venti di crisi per la maggioranza di Cannito

Barletta, venti di crisi per la maggioranza di Cannito

 
Potenzadati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
BrindisiLA TRAGEDIA
Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

 
TarantoLe nuove professioni
Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

 
MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 

i più letti

Il Tar della Basilicata boccia il concorsone per sospette irregolarità

di FABIO AMENDOLARA
POTENZA - I giudici del Tar di Basilicata hanno annullato il contestatissimo concorso per la selezione di 50 laureati con esperienza quinquennale nel campo di fondi strutturali. È il famoso concorsone Po-Fesr. Il bando era stato impugnato da due concorrenti risultati fra i candidati idonei non vincitori. Il loro legale ha rappresentato «l’illegittimità» del bando e «la violazione del principio di imparzialità, economicità ed efficienza delle scelte amministrative»
Il Tar della Basilicata boccia il concorsone per sospette irregolarità
di Fabio Amendolara

POTENZA - I giudici del Tar di Basilicata hanno annullato il contestatissimo concorso per la selezione di 50 laureati con esperienza quinquennale nel campo di fondi strutturali. È il famoso concorsone Po-Fesr.

Il bando era stato impugnato da due concorrenti - rappresentati dall’avvocato Giampaolo Brienza - che erano risultati fra i candidati idonei non vincitori. Il loro legale ha rappresentato ai giudici amministrativi «l’illegittimità» del bando e «la violazione del principio di imparzialità, economicità ed efficienza delle scelte amministrative, eccesso di potere per manifesta illogicità, contraddittorietà, incoerenza, irragionevolezza, sviamento, disparità di trattamento, mancata valutazione degli interessi in gioco».

Gli atti impugnati sarebbero stati emessi in violazione della normativa, non essendo stato rispettato l’obbligo di attingere alle graduatorie vigenti. La Regione, secondo i ricorrenti, avrebbe dovuto preventivamente interpellare chi era in graduatoria, in considerazione del fatto che entrambi possiedono il requisito dell’esperienza quinquennale nel campo dei fondi strutturali. La Regione avrebbe dovuto quindi motivare la scelta di indire un nuovo concorso.

Secondo i giudici il ricorso «va dichiarato inammissibile nella parte in cui è volto a conseguire l’accertamento e la declaratoria dell’obbligo della Regione di procedere allo scorrimento della graduatoria già formata, ove i ricorrenti sono risultati idonei, e attribuire agli stessi i primi due posti disponibili. Invero, questa azione di accertamento è incompatibile con la posizione di interesse legittimo che nella presente vicenda vantano i ricorrenti». Il ricorso per il resto è «meritevole di accoglimento». Perché?

«Appare in primo luogo evidente l’omogeneità tra le figure professionali oggetto del concorso, indetto nel 2009 e quello per la selezione dei 50 laureati di cui all’impugnato avviso pubblico. Del tutto coincidenti sono, infatti, la categoria di inquadramento del vigente ordinamento professionale degli enti locali, il livello retributivo e il titolo di studio previsto per l’ammissione alla procedura, ovverosia la laurea. Inoltre il profilo professionale di funzionario in materie economiche, finanziarie e statistiche appare compatibile con le figure professionali che l’amministrazione intende reclutare». Secondo i giudici «pur a voler ritenere rilevante, in ipotesi, l’asserito tratto di specialità costituito dall’esperienza maturata nel campo, emergerebbe comunque un chiaro di fetto di istruttoria della Regione in uqanto non risultano svolte verifiche di sorta circa il possesso di questo requisito in capo ai candidati collocati nella graduatoria in corso». Per questi motivi i giudici hanno accolto parzialmente il ricorso e condannato la Regione alle spese. Il concorsone è nullo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie