Giovedì 21 Febbraio 2019 | 17:00

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

Traffico di migranti e contratti falsi Sgominata banda

POTENZA – Una banda che, dal 2010, avrebbe fatto arrivare in Italia – soprattutto dal Pakistan, dove si trova un funzionario dell’ambasciata italiana che è indagato, e dall’India – decine di persone con permessi di soggiorno rilasciati grazie a contratti di lavoro fittizi, è stata sgominata dalla Polizia che stamani, all’alba, ha arrestato cinque persone, fra le quali un imprenditore di Pietragalla (Potenza)
Traffico di migranti e contratti falsi Sgominata banda
POTENZA – Una banda che, dal 2010, avrebbe fatto arrivare in Italia – soprattutto dal Pakistan, dove si trova un funzionario dell’ambasciata italiana che è indagato, e dall’India – decine di persone con permessi di soggiorno rilasciati grazie a contratti di lavoro fittizi, è stata sgominata dalla Polizia che stamani, all’alba, ha arrestato cinque persone, fra le quali un imprenditore di Pietragalla (Potenza). La «base» dell’organizzazione – che garantiva agli imprenditori compiacenti circa cinquemila euro a permesso di soggiorno – era a Piacenza, ma aveva diramazioni in molte province italiane.

In pratica, i datori di lavoro, ricompensati, erano disposti a fare i contratti di lavoro: la banda riceveva dal Pakistan e dall’India, via mail o fax, i nominativi delle persone in arrivo. Il permesso di soggiorno, inviato nel Paese asiatico, permetteva all’immigrato di ottenere il visto dall’ambasciata italiana e quindi di partire. Arrivato in Italia l'immigrato, il contratto di lavoro era rescisso e lui era libero di rimanere qui o andare in un altro Paese europeo. Quando l’inchiesta (coordinata dal Servizio centrale operativo della Polizia) è cominciata, gli investigatori, anche in provincia di Potenza – dove la squadra mobile e altri reparti della Polizia hanno fatto stamani decine di perquisizioni - hanno avviato alcuni controlli sulle procedure seguite dagli imprenditori. Il loro «nervosismo» e i loro contatti con i capi dell’organizzazione, a Piacenza, hanno fornito utili elementi di indagine.

Oltre alla squadra mobile di Piacenza (la Polizia ha eseguito stamani nella città dell’Emilia-Romagna tre ordinanze di custodia cautelare e 47 perquisizioni), hanno collaborato alle indagini lo Sco della Polizia e le questure di Lodi, Brescia, Verona, Mantova, Prato, Rieti, Potenza e Foggia. Dal 2010 al 2012 sono centinaia gli stranieri, soprattutto pakistani, giunti in Italia irregolarmente, con guadagni, per chi ne favorisce l’ingresso, pari a circa dieci milioni di euro. Durante le indagini sono state sequestrate un’attività commerciale e un’automobile intestate ad un pakistano considerato «tra i principali promotori dell’organizzazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400