Il caso

Venosa, tenta di cambiare soldi falsi: arrestato dai Carabinieri

L’uomo aveva oltre mille euro contraffatti

Cercano armi in garagema trovano soldi falsi

VENOSA - Un uomo di 68 anni, residente ad Andria, è stato arrestato dai Carabinieri, a Venosa (Potenza), con le accuse di spendita ed introduzione nello Stato di monete false e falsità materiale.
L’uomo ha invano cercato di ingannare un pensionato, chiedendogli di cambiare alcune banconote false: non riuscendovi per il rifiuto della vittima della truffa, è stato costretto ad allontanarsi a bordo di un’auto. Un familiare del pensionato ha saputo poco dopo quanto era avvenuto e ha avvertito i Carabinieri, che hanno cominciato a cercare il falsario. In poco tempo i militari hanno bloccato l’auto con l’uomo a bordo, sequestrando - al termine di una perquisizione personale e veicolare - 18 banconote di vario taglio, per un totale di quasi 1.100 euro. Sono stati trovati anche un parrucchino da uomo e alcune rondelle a calamita, usate per alterare i numeri della targa dell’auto. Due sistemi per evitare di essere descritto bene alle forze dell’ordine da eventuali vittime o testimoni e per eludere i controlli sulla targa dell’auto.