Giovedì 01 Ottobre 2020 | 23:09

NEWS DALLA SEZIONE

I dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
I contagi
Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

 
Industria
Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

 
Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicovetere

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
Paura nel Potentino
Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

 
In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIL processo
Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

 
PotenzaI dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
TarantoTaranto
Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

 
LecceNel Salento
Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

 
BatIl virus
Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

 
Foggiatra carapelle e orta nova
Frontale fra due auto nel Foggiano: 7 feriti, alcuni in gravi condizioni

Frontale fra due auto nel Foggiano: 8 feriti, alcuni in gravi condizioni

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

Occupazione

I lucani sono pagati meno: tagli fino al 38% della media

La ricerca pubblicata da Applavoro.it sulle differenze retributive nel Paese

I lucani sono pagati meno: tagli fino al 38% della media

Italiani popolo di poeti, santi e navigatori, lucani popolo di operai generici, camerieri, impiegati amministrativi e infermieri. O almeno paradiso per queste quattro professioni visto che, da una ricerca fatta da Applavoro.it, sono le uniche ad aver retribuzioni (sia pure di qualche centesimo di punto percentuale, ad esempio, per gli impiegati) superiori alla media nazionale, mentre chi svolge le altre attività è costretto a guardare con invidia i colleghi delle altre regioni che, a fine mese, si trovano retribuzioni più pesanti fino, è il caso dei cuochi, al 38 per cento. E questo avviene in raffronto alla media italiana, che, a dispetto delle dichiarazione di principio, vede delle gabbie salariali di fatto con il Sud con stipendi molto più bassi del Nord. Al punto che se il raffronto, invece che con la media, dovesse esser fatto che le migliori della categoria, ci troveremmo a divari l ribasso (anche per le quattro categoria che abbiamo prima indicato come fortunate) che nei picchi superano il 50%.

Ma vediamo il dettaglio partendo dagli «sfortunati» cuochi: in Basilicata per loro lo stipendi medio è di mille euro tondi tondi. Nella media del paese guadagnano 1.368 euro (oltre il 38% in più) e a Roma, dove va ancora meglio, si arriva a 1.611 (il 61% in più). Insomma se vostro figlio si attarda a vedere programmi come Masterchef e dintorni, o lo dissuadete o gli consigliate di andare via.

In una guerra tutta tra poveri va male anche agli operatori di call center. Lo stipendio medio in Italia è di appena 802 euro, una miseria, ma è comunque oltre l’8% in più di quanto tocca ai lucani: 741 euro. E il divario sale al 64 per cento tra chi indossa la cuffia a Potenza e Matera e chi risponde a telefono da Torino dove lo stipendio medio è di 1.250 euro.

Al terzo posto del podio negativo troviamo gli ingegneri. Per loro in Basilicata una retribuzione migliore, 1.489 euro, ma comunque i colleghi che vivono fuori regione guadagnano in media il 6,8% in più (1.590 euro).

Distanza percentuale simile (ma valori significativamente diversi) per segretari e segretarie: in Basilicata tocca accontentarsi di 965 euro, la media del Paese è quasi 6 punti in più, 1.022 e i fortunati colleghi Bolognesi arrivano a una media di 1.400 euro, vale a dire il 45 per cento in più dei lucani.

A vedere le cifre c’è poco da lamentarsi, ma anche gli agenti di commercio lucani se la passano peggio della media dei colleghi. Qui la retribuzione mensile è di 2.417 euro, nella media paese il 5,2% in più ossia 2.544 euro.

Se ci si occupa di vendite di immobili, il divario percentuale resta simile, ma le somme assolute calano: 1.073 euro di guadagno al mese in Basilicata, 1.126, il 4,8% in più) nella media del Paese. E sempre nel mondo delle vendite va male anche ai commessi: 1.073 euro di paga qui, contro il 1.102 (3,6% in più) di media Italia, e i 1.232 (+15,8%) di Bologna.

Un discorso a sé va fatto per gli operai: quelli specializzati guadagnano, ovviamente più di quelli generici, ma se i primi in Basilicata hanno uno stipendio più basso che altrove, i secondi guadagno addirittura qualcosa in più: uno specializzato lucano prende 1.453 euro (la media italiana è 1.496, +2,9%) uno generico guadagna 1.175 euro, ma in questo caso è circa il 3,5% in più dei colleghi di altre parti del Paese dove la media è 1.133 euro.

Poco sotto la media del Paese i baristi (1.060 euro contro 1.079, -1,7%) e i receptionist (1.188 contro 1.198, -0,8%) e poco sopra gli impiegati amministrativi (1.341 contro 1.338, +0,3%) possono dirsi fortunati, invece gli infermieri, che in regione guadagnano 1.413 euro contro la media nazionale di 1.321) e i camerieri, con 1.160 euro di reddito in Basilicata contro i 1.082 medi. In entrambi i casi poco più di 6 punti percentuali oltre la media.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie