Martedì 07 Aprile 2020 | 06:55

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

 
Emergenza coronavirus
Basilicata, da Banca d'Italia fondi alla Regione per posti letto e dispositivi di protezione

Basilicata, da Banca d'Italia fondi alla Regione per posti letto e dispositivi di protezione

 
La polemica
Potenza, riprendono lavori su traliccio telefonico: braccio di ferro tra residenti e azienda

Potenza, riprendono lavori su traliccio telefonico: braccio di ferro tra residenti e azienda

 
Il bollettino
Coronavirus in Basilicata, 9 positivi: 263 i casi in tutta la Regione. 13 i morti

Coronavirus in Basilicata, 9 positivi: 263 i casi in tutta la Regione. 13 i morti

 
emergenza coronavirus
Potenza. Mascherine e guanti: copieremo la Lombardia

La Basilicata copia la Lombardia: mascherine e guanti saranno d'obbligo fuori casa

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 14 casi positivi e salgono i decessi: 13 morti

Coronavirus in Basilicata, 14 positivi: 255 i casi in tutta la Regione. I morti salgono a 13

 
Il caso
I controlli sul rispetto delle restrizioni

Controlli anticontagio, in «gita» a Potenza: «Volevo i cornetti». Multato dalla polizia

 
Il caso
Paziente Covid trasportato in ospedale

Coronavirus in Basilicata: c’è il commissariamento della terapia intensiva

 
Le dichiarazioni
Basilicata, Bardi: «Da noi casi contenuti di Covid 19. Non bisogna abbassare la guardia»

Basilicata, Bardi: «Da noi casi contenuti di Covid 19. Non bisogna abbassare la guardia»

 
La decisione
Potenza, emergenza coronavirus, ordinanze prorogate fino al 14 aprile

Potenza, emergenza coronavirus, ordinanze prorogate fino al 14 aprile

 

Il Biancorosso

Storia biancorossa
Il magico aprile del Bari di Klas

Il magico aprile del Bari di Klas

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'ordinanza
Bari, sindaco ordina chiusura dei negozi a Pasqua e Pasquetta

Bari, sindaco ordina chiusura dei negozi a Pasqua e Pasquetta

 
BrindisiSolidarietà
Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

 
PotenzaL'emergenza
Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

 
TarantoDa mercoledì
Castellaneta, chiude ospedale per sanificazione: oltre 30 contagiati tra personale sanitario

Castellaneta, chiude ospedale per sanificazione: oltre 30 contagiati tra personale sanitario

 
LecceIl virus
Coronavirus, salgono a 9 gli anziani morti in Rsa in Salento

Coronavirus, salgono a 9 gli anziani morti in Rsa di Soleto in Salento

 
FoggiaI controlli
Carapelle, taglio e piega in casa delle clienti: denunciata parrucchiera

Carapelle, taglio e piega in casa delle clienti: denunciata parrucchiera

 
BatL'idea
Barletta, #Uscirnesipuò parte l’asta di beneficenza anti Covid-19

Barletta, #Uscirnesipuò parte l’asta di beneficenza anti Covid-19

 
MateraOltre l’emergenza
Matera, Festa della Bruna «Solo il carro e i pezzi all’asta»

Matera, per la Festa della Bruna: «solo il carro e i pezzi all’asta»

 

i più letti

enti sub-regionali

Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

«Anche se fiduciaria, la Regione doveva motivare la nomina»

Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

foto Tony Vece

È una delle ultime diramazioni della galassia degli organismi sub-regionali. Si chiama Egrib, Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata.
In pratica, è la cabina di regia sulla gestione dei servizi idrici (acquedotto, fognatura e depurazione delle acque) e rifiuti (raccolta, avvio a recupero e smaltimento). Qui avviene la pianificazione degli investimenti, la determinazione tariffaria e il monitoraggio e controllo delle gestioni.
Il 22 novembre scorso è cambiato il vertice con la Regione che ha affidato il ruolo di amministratore unico all’architetto Canio Santarsiero. Su questa nomina pende un ricorso al Tar di Basilicata firmato da Camillo Naborre rappresentato dall’avvocato Silvano Sabia.

Nel ricorso è chiesto di annullare la delibera di nomina: Naborre precisa che anche negli atti di nomina di tipo fiduciario, l’amministrazione pubblica deve indicare le qualità professionali sulla base delle quali ha ritenuto il soggetto più adatto rispetto agli obiettivi programmati dimostrando di aver compiuto un’attenta valutazione del possesso dei requisiti. Nel provvedimento di nomina le generalità di Santarsiero - sottolinea Naborre - sono scritte a penna su una frase prestampata che si limita a un generico richiamo a «caratteristiche professionali, titoli di studio, competenze ed esperienze...». Secondo Naborre, la stringata motivazione del provvedimento impugnato «non consente di comprendere quali siano state le ragioni che hanno determinato il presidente della giunta regionale a scegliere e preferire l’architetto Santarsiero rispetto agli altri 17 candidati».
Insomma, il provvedimento di nomina sarebbe illegittimo perché privo di «idonea e adeguata motivazione». Naborre, che ha chiesto l’accesso agli atti, fa notare che dalla lettura del curriculum di Santarsiero emerge una sua competenza nel settore edile e delle infrastrutture e non nella gestione del ciclo delle acque o dei rifiuti. «Oltre che privo di motivazione - si legge nel ricorso - il provvedimento di nomina è illegittimo non avendo quest’ultimo quell’elevata competenza nella gestione del ciclo integrato delle acque e dei rifiuti richiesta espressamente dalle previsioni legislative».

Facendo riferimento a sentenze del Tar del Lazio, Naborre sottolinea che «negli atti di nomina di tipo fiduciario, l’amministrazione deve indicare le qualità professionali sulla base delle quali ha ritenuto il soggetto più adatto rispetto agli obiettivi programmati dimostrando di aver compiuto un’attenta e seria valutazione del possesso dei requisiti prescritti in capo al soggetto prescelto, sì che risulti la ragionevolezza della scelta».
Sulla scia di queste considerazioni, Naborre chiede al Tar di sospendere il provvedimento di nomina e di annullare il decreto del presidente della giunta regionale del 22 novembre 2019 con il quale Canio Santarsiero è stato nominato amministratore unico dell’Egrib.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie