Lunedì 17 Febbraio 2020 | 07:52

NEWS DALLA SEZIONE

I vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
enti sub-regionali
Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

 
L'annuncio
Sardine in Basilicata, la denuncia: «espulso dal movimento perché ho protestato con Santori»

Sardine in Basilicata, la denuncia: «espulso dal movimento perché ho protestato con Santori»

 
Raptus di gelosia
Potenza, minaccia ed aggredisce con l'accetta il datore di lavoro della sua ex: arrestato

Potenza, minaccia ed aggredisce con l'accetta il datore di lavoro della sua ex: arrestato

 
L'appello
Potenza, clan Vulture-Melfese: confermate 7 condanne («sconto» di 7 anni)

Potenza, clan Vulture-Melfese: confermate 7 condanne («sconto» di 7 anni)

 
Lavoro nero
Potenza, scoperte 8 «intrattenitrici» in circolo privato: tre denunciati

Potenza, scoperte 8 «intrattenitrici» in circolo privato: tre denunciati

 
Nel Potentino
Acerenza, impianto eolico, la Regione esprime parere negativo

Acerenza, impianto eolico, la Regione esprime parere negativo

 
Nel potentino
Abriola, il falò degli innamorati illuminerà e riscalderà la notta di S.Valentino

Abriola, il falò degli innamorati illuminerà e riscalderà la notte di S.Valentino

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiPallacanestro
Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

 
BariL'iniziativa
A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

 
TarantoIncidente stradale
Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

 
PotenzaI vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
LecceNel Salento
Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

 
Foggianel foggiano
Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

 
MateraViolenza in casa
Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

 

i più letti

Il caso

Basilicata, emergenza cinghiali una minaccia per tutti

È scontro sulle cause della proliferazione degli esemplari

cinghiali

POTENZA - Il cinghiale è diventato una grave minaccia nella regione, ma è scontro sulle cause della sua proliferazione e, soprattutto, sulle modalità da adottare per contenerne gli esemplari sul territorio. Se, da un lato, amministrazioni ed enti si adoperano per individuare strumenti utili ad evitarne la proliferazione, dall’altro c’è chi, come Legambiente, sostiene che la responsabilità della corposa diffusione dei cinghiali sia da ascrivere non solo ai cacciatori, ma anche a chi, qualche anno fa, sembrerebbe non aver ascoltato il consiglio degli ambientalisti. Peraltro Legambiente ha sottolineato come gli ambientalisti non vengano mai invitati in occasione di incontri come quello tenuto a Parco dei Monaci, a Matera, promosso dalla Regione con i rappresentanti dei 5 parchi lucani per discutere della gestione dei numerosi branchi di cinghiali presenti sul territorio.
Il problema c’è, ma viene osservato da punti di vista diversi. Il Parco della Murgia materana, ad esempio, nel ritenere che la presenza dei cinghiali all’intero del Parco sia un problema (di parere opposto, invece, Legambiente) ha sposato il programma della Regione, denominato “Inngreenpaf”, con l’obiettivo di mettere a punto un vero e proprio programma di cattura e trasferimento di questi animali verso la macellazione o verso aree venatorie. L’incontro di Matera ha avuto come obiettivo proprio quello di divulgare le pratiche al momento in fase in attuazione, per condividere con i rappresentanti dei 5 Parchi lucani (nazionale del Pollino, nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese, regionale di Gallipoli Cognato-Piccole Dolomiti Lucane, regionale del Vulture e, appunto, della Murgia materana), le metodologie, risolvere comuni problematiche e confrontarsi sulla gestione della tematica nei rispettivi territori, nonché presentare, appunto, il progetto attuativo citato. E se Legambiente sostiene che all’interno di un Parco tutti gli animali debbano essere tutelati allo stesso modo e che, quindi, nessun esemplare vada soppresso, la scopo dei parchi lucani, recita una nota, «è la tutela della biodiversità dei rispettivi territori, minacciata dal sovrabbondante numero di cinghiali che ne altera i delicati equilibri, sia in termini di distruzione di colture, che di sopravvivenza di fauna e di alterazione di habitat di interesse comunitario. È necessario ridurre drasticamente la popolazione dei cinghiali per limitare lo squilibrio ecologico che questa specie genera, oltre che risolvere tutte le problematiche legate all’allevamento ed all’agricoltura». La differenza di vedute continua.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie