Giovedì 22 Agosto 2019 | 09:49

NEWS DALLA SEZIONE

I controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
Il caso
Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

 
Il caso
Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

 
Al San Carlo
Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: i piccoli saranno trasferiti

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: non ci sono medici, bimbi trasferiti

 
Il recupero
Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

 
Operazione della Gdf
Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

 
a «La vita in diretta»
La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto : la storia va in tv

La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto: la storia va in tv

 
Treni
Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

 
Il caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
La storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà «lascia» figlia a terra

 
Il caso
Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, Antenucci il punto fermochi lo affiancherà domenica?

Bari, Antenucci il punto fermo, chi lo affiancherà domenica?

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiI controlli
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

l'Elephas antiquus

Venosa, rubano un osso di elefante preistorico: è caccia al ladro

Il furto nel parco paleolitico Notarchirico. Indagini dei Carabinieri

Venosa, rubano un osso di elefante preistorico: è caccia al ladro

POTENZA - Un antichissimo frammento di osso di elefante è sparito dal parco paleolitico di Notarchirico, a Venosa.
I carabinieri stanno indagando per cercare di individuare i responsabili del furto, mentre oggi, in municipio, è in programma un incontro tra funzionari, componenti dell’amministrazione comunale e rappresentanti della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata.

Al tavolo, convocato ad hoc, saranno prese in esame «le misure all’interno del progetto in fase di appalto - spiegano dal Comune oraziano - per contrastare l’attività clandestina di chi distrugge un patrimonio tra i più interessanti al mondo, alla ricerca di incerti quanto rischiosi profitti».
A Venosa sono in tanti a chiedersi chi sia stato capace di trafugare un frammento osseo dal grande valore storico e per quale motivo lo abbia fatto. «Appena ho ricevuto la notizia, sono stata assalita da sconcerto e mille domande, le stesse di alcuni cittadini», ha detto il sindaco di Venosa, Marianna Iovanni, in uno sfogo affidato alla sua pagina Facebook.

«Chi arriva a compiere questi reati contro la ricerca, contro la nostra storia - ha continuato Iovanni, da 19 anni proprio dipendente del Mibac al museo e al parco archeologico di Venosa - è perché non conosce altro valore se non il denaro. Poco, sporco, purché briciole di denaro. E non è stata la prima volta: l’ultimo tentativo un anno fa. L’ho appreso ieri. Ringrazio i carabinieri della Stazione di Venosa: ci affidiamo a loro e al lavoro condiviso con il Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale».

Quello trafugato è un frammento di bacino di elefante antico. Nel parco paleolitico di Notarchirico ci sono resti di fauna preistorica tra cui anche una vertebra e un frammento di mandibola di elefante. Circa 30 anni fa, durante uno scavo era emerso il più antico resto umano ritrovato nell’Italia Meridionale: un femore umano frammentario, fortemente fossilizzato, attribuito ad un individuo femminile di età adulta riferibile alla specie Homo erectus.
Intanto dalla riunione in programma oggi in Municipio ne dovremmo sapere di più sulla sparizione dell’antichissimo osso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie