Lunedì 25 Gennaio 2021 | 12:50

NEWS DALLA SEZIONE

Nel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 
«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 
Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
Il caso
Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

 
Il caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
Il caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
Il caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
Il caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
Nel Potentino
Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

 
Nel Potentino
Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
FoggiaIl caso
Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

 
PotenzaNel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 
Tarantonel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
BariIl furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

verso le elezioni regionali

Carmen Lasorella
scalda i motori

La giornalista valuta la «discesa in campo» con una piattaforma lucana di civiche

Carmen Lasorella scalda i motori politica

di Massimo Brancati

Fuori dai partiti, fuori dagli schemi, senza casacche. Non ne ha mai indossate in tanti anni di professione e non intende certo farlo in questa circostanza. Lei è Carmen Lasorella, giornalista, volto noto del Tg2 della Rai negli anni ‘80-‘90, un nome che circola con insistenza in vista delle prossime elezioni regionali.

Lucana, fiera di esserlo, incarna il profilo di una candidata in grado di catalizzare l’interesse trasversale: non ha legami con partiti, mai un problema giudiziario, donna tosta, temprata da anni come inviata in zone di guerra. Non avrebbe certo paura di «battagliare» guardando alle urne elettorali.

Insomma, Lasorella potrebbe essere un nome «spendibile». Lo sa anche lei che in diverse occasioni ha pubblicamente manifestato la disponibilità a mettersi al servizio della Basilicata. Un conto, però, è essere pronta a entrare in gioco, un altro è avere una forza propulsiva alle spalle in grado di spingerla verso il traguardo. Ed è proprio ciò che Lasorella sta cercando all’interno di un quadro politico regionale frammentato, dilaniato, in profonda trasformazione.

Un primo abboccamento c’era stato con il Movimento 5 Stelle, ma l’orientamento dei pentastellati, così come recita il loro statuto, è per una candidatura che guardi all’interno del movimento stesso. Segnali anche da centrodestra e centrosinistra per annusarsi, comprendere, trovare un punto di contatto. Ma Lasorella vuole smarcarsi da etichette e arrovellamenti politici. Come ha sempre fatto. Anche a costo di vedersi relegare ai margini dalla Rai, pagando la difesa a oltranza della propria autonomia professionale e una mancata appartenenza.

La sua ipotetica squadra deve partire dal basso, dalla società. Ecco perché sta organizzando riunioni con amici, conoscenti, cittadini, incontrando gente per mettere nero su bianco, spiegare la sua visione di una Basilicata che guarda al futuro senza dimenticare il passato, di cui siamo tutti figli. Avrebbe avuto un confronto anche con l’on. Salvatore Caiata, presidente del Potenza, per un ipotetico ticket spendibile all’interno di una non meglio precisata forza politica. Indiscrezioni, nulla di concreto. L’unica cosa certa è che Lasorella starebbe rincorrendo il progetto di creare una piattaforma lucana fuori dai partiti, dove far convergere la voglia di reale cambiamento che sembra emergere dalla miriade di liste civiche presenti sul territorio. La giornalista vuole capire se ci sono davvero le condizioni per fare una battaglia, per incidere.

A fare da comparsa non ci sta. A quel punto si tirerebbe indietro, continuerebbe a vivere la sua regione, la sua città, Potenza, semplicemente come custode degli affetti familiari. Stop. Sente, però, di poter dare qualcosa al territorio, di poter rappresentare una persona super-partes utile alla causa. Spera di riuscire a far passare il suo messaggio e sta accelerando il processo di accreditamento sul territorio. Citando Teofrasto, Lasorella ricorda che «il tempo è l’unica cosa di valore che l’uomo può spendere». È prezioso, non ne vuole perdere altro. Entro Ferragosto - come avrebbe confidato ai familiari - scioglierà il nodo: dentro o fuori la contesa elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie