Martedì 23 Ottobre 2018 | 18:40

NEWS DALLA SEZIONE

sicurezza stradale
I dossi sulle strisce pedonalipotentini divisi sull’utilità

I dossi sulle strisce pedonali
potentini divisi sull’utilità

 
I due stabilimenti
Magneti Marelli ai giapponesi: «divisi» i 1400 dipendenti di Puglia e Basilicata

Magneti Marelli ai giapponesi: «divisi» i 1400 dipendenti di Puglia e Basilicata

 
Sanitopoli lucana
Pittella, nuovi guai per la sanità: 10 indagati per le nomine Asl

Pittella, nuovi guai per la sanità:
10 indagati per le nomine Asl

 
A Macchia Giocoli (Pz)
Vicino ai cassonetti una discarica: si cercano gli sporcaccioni

Vicino ai cassonetti una discarica: si cercano gli sporcaccioni

 
Religione
Potenza, torna per la quarta volta la Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

Potenza, il ritorno della Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Goteborg

 
Incidente
Potenza, 69enne muore travoltoda motozappa nel giardino di casa

Potenza, 69enne muore travolto
da motozappa nel giardino di casa

 
Il provvedimento
Incarichi non autorizzati: docente deve 15mila euro a Unibas

Incarichi non autorizzati: docente deve 15mila euro a Unibas

 
Costi della politica
Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

 
Un 24enne
Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciartore dai Cc

Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciatore dai Cc

 
Il riconoscimento
Maratea premiata a Milano«Stella al merito sociale»

Maratea premiata a Milano
«Stella al merito sociale»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

ambiente

Acqua del Metapontino: sui dati
indagherà una commissione

L’annuncio del governatore Pittella dopo l’incontro con i sindaci della zona

Acqua del Metapontino: sui dati indagherà una commissione

di Alessandro Boccia

Sarà una commissione di indagine ad accertare l’origine della discrepanza dei dati del monitoraggio che da giorni è stato fatto nei diversi comuni del Metapontino per via del superamento dei valori di trialometani riscontrati nell’acqua potabile, conseguenza del normale trattamento di clorazione dell’acqua destinata al consumo umano soprattutto come risultato della reazione del cloro con la materia organica presente naturalmente nelle acque grezze. Lo ha dichiarato ieri a Potenza, nel corso di una riunione molto concitata, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, che ha incontrato i sindaci dei comuni di Policoro, Bernalda, Scanzano Jonico, Nova Siri e l’assessore del comune di Pisticci, Francesco Radesca, per fare il punto della situazione ed illustrare quanto emerso lunedì dall’incontro avuto con i rappresentanti dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente di Basilicata, dell’Azienda Sanitaria del materano e di Acquedotto Lucano, ossia gli enti preposti al controllo ed al monitoraggio.

«Voglio sapere se ci sono responsabilità ed adottare le azioni conseguenti» ha spiegato Pittella rivolgendosi agli amministratori nel corso della riunione. Se da un lato infatti c’è l’urgenza ed il diktat sottolineato a gran voce da Pittella di «ridare subito l’acqua ai cittadini» dall’altro resta da capire la confusione generata nei giorni scorsi dai diversi valori forniti da Arpab ed Acquedotto Lucano e per i quali nell’incontro di lunedì era stato richiesto un allineamento delle metodiche. Tema esposto al tavolo con i sindaci ai quali il governatore lucano ha riferito dell’ultimazione delle operazioni di pulizia dei serbatoi ed ha comunicato l’esito delle ultime analisi effettuate che hanno rilevato valori sotto la soglia di riferimento.

Pittella, al quale era stato chiesto un incontro urgente dal sindaco di Policoro, Enrico Mascia, in rappresentanza degli altri amministratori, proprio per fare chiarezza sulla vicenda, in assenza di «elementi di certezza che minano l’incolumità e la serenità delle famiglie e delle comunità coinvolte» ha anche precisato di non avere «alcuna intenzione, come pure da qualcuno chiesto, di chiedere nessuna deroga al limite di 30 per i trialometani», in merito al tema della soglia di «tollerabilità», fissata a 100 per l’Europa e a 90 per la Puglia, regione dove viene erogata la stessa acqua potabile utilizzata dai comuni della fascia jonica e dove in questi giorni si è continuato a bere. «Finché ci sono io, non farò nessuna richiesta – ha aggiunto il governatore lucano– in quanto non serve lo specchietto per le allodole, ma invece la certezza della qualità della nostra acqua».

Al termine della riunione Pittella ha precisato di voler nuovamente incontrare i sindaci coinvolti dalla vicenda per comunicare loro con puntualità quanto emergerà dalle azioni messe in campo, al fine di dare una corretta informazione ai cittadini e conferire loro la tranquillità «che è assolutamente doverosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400