Giovedì 27 Febbraio 2020 | 13:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batcos aci faceva lì
Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, attese domani firme su accordo ex Ilva. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

Mittal, attese domani firme su accordo. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

 
NewsweekLa storia
Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

 
BariL'iniziativa
Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

 
Leccelibri
«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

«Licenziato» ex procuratore Sebastio

Franco Sebastio

TARANTO - Il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci (Pd) ha revocato la nomina di assessore alla Cultura e alla Legalità all’ex procuratore della Repubblica Franco Sebastio, titolare dell’inchiesta sull'Ilva poi sfociata nel processo «Ambiente Svenduto». Il primo cittadino ringrazia Sebastio «per il lavoro e l’apporto qualificato fin qui dato all’azione di governo cittadino» e precisa che «al momento le deleghe vengono trattenute dal sindaco».
L’atto non viene motivato, ma sembrerebbe evidente la necessità di Melucci, che recentemente ha lasciato la corrente Fronte Dem ispirata dal governatore pugliese, Michele Emiliano, di ridefinire l’assetto della giunta e di mantenere gli equilibri in maggioranza visto che l’ex procuratore è espressione di un solo consigliere comunale eletto nella lista civica «Mutavento», mentre altre forze politiche - come l’ala renziana del Pd - non sono proprio rappresentate nell’Esecutivo.
Da alcuni la mossa del sindaco viene interpretata anche come uno smarcarsi dal governatore Emiliano, che aveva «benedetto» la nomina di Sebastio. La giunta perde così un altro elemento nello scacchiere dopo le dimissioni di qualche settimana fa di Annamaria Franchitto (delega al Personale). Anche in quella occasione il sindaco aveva trattenuto la delega.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400