Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 07:40

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Fondo antidiossina a Noe e enti, grave stato camino

 TARANTO - Il presidente del Fondo antidiossina onlus Fabio Matacchiera ha scritto ai carabinieri del Noe di Lecce, all’Arpa Puglia e al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per segnalare «il grave stato in cui versano gli elettrofiltri del camino E312 ubicato in 'area agglomeratò dell’Ilva di Taranto».


Matacchiera ricorda che quest’area «è considerata da Arpa Puglia la maggiore fonte di microinquinanti. Infatti - prosegue Matacchiera in una nota - tale camino, il più grande di Europa, è quello attraversato da emissioni e polveri intrise di sostanze pericolose ed in particolare di diossine e furani». Matacchiera, che correda la sua segnalazione con foto dell’impianto, chiede "se siano state effettuate correttamente le manutenzioni ordinarie e straordinarie su tali elettrofiltri, nonchè se siano stati periodicamente sostituiti i filtri una volta saturi».


Il presidente del Fondo antidiossina chiede, inoltre, di conoscere «gli esiti del monitoraggio in continuo delle emissioni all’E312 e gli esiti dei campionamenti in discontinuo di diossine e furani previsti dal decreto di riesame Aia, oltre che dalla legge regionale n. 44 del 2008» e gli «esiti dei campionamenti sulle emissioni diffuse presenti in agglomerato, come in altre parti dello stabilimento». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400