Lunedì 19 Agosto 2019 | 03:25

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

«Dove chi entra urla», il film con Gio' Sada

BARI – C'è anche il vincitore della nona edizione di X Factor, il barese Giovanni 'Gio” Sada, nel film 'Dove chi entra urlà, girato da Fabrizio Pastore interamente nel capoluogo pugliese, e che sarà presentato alla stampa, nel Cineporto di Bari, lunedì 21 dicembre, alle ore 10. Il film, è detto in una nota, racconta l’evoluzione della vita di chi, soprannominato come il recipiente destinato a raccogliere escrementi, che in dialetto barese prende il nome di 'Prisò, decide di vivere ai margini di una società che lo deride.

Fino a quando incontrerà un insegnante di scuola guida, Bartolo, il quale gli insegna che tutti hanno un 'pruritò da cui non possono liberarsi e che procura loro dolore e sofferenza. 'Prisò, allora, concepirà l’idea di un posto 'dove chi entra urlà, uno spazio surreale in cui lasciare il proprio prurito e liberarsi delle angosce più profonde.

"Il progetto – spiega Pastore – ha coinvolto più di mille persone tra attori e comparse, in 180 scene. E nasce dalla volontà di realizzare un lungometraggio senza alcun contributo finanziario, ma con la partecipazione volontaria di tecnici, musicisti, attori e figuranti, uniti da un’unica passione: il cinema".

Soggetto e sceneggiatura sono liberamente tratti dall’omonimo racconto breve di Alessandra Minervini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400