Mercoledì 18 Settembre 2019 | 23:41

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
TarantoL'operazione
Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

 
BatNordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
BariLa decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 
PotenzaA Chiaromonte
In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

 
MateraPreso dai Cc
Tito, ai domiciliari ma spacciava: n cella un 49enne

Tito, ai domiciliari ma spacciava: in cella un 49enne

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 

i più letti

Protestano lavoratori aziende di barbatelle

LECCE – I lavoratori dipendenti delle aziende vivaistiche di Otranto che si occupano della produzione e commercializzazione delle barbatelle, hanno manifestato oggi raggiungendo in corteo la sede della Prefettura, per protestare contro il blocco del prodotto imposto Commissione Europea, per via dell’inserimento della vite nelle piante soggette al divieto di movimentazione. A protestare – in tutto un centinaio di persone – anche alcuni titolari delle aziende viticole di Otranto (Lecce).

La manifestazione è stata organizzata dalla Uila, unione italiana dei lavori agroalimentari, per portare all’attenzione del Prefetto di Lecce Claudio Palomba "un’emergenza – è stato sottolineato dai manifestanti – che rischia di travolgere un migliaio di famiglie". Al prefetto, che ha ricevuto una delegazione, è stato chiesto di sollecitare il Ministero delle Politiche Agricole affinchè assuma "una posizione forte presso la commissione Europea".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400