Domenica 01 Agosto 2021 | 22:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

 
PotenzaLa curiosità
È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

 
MateraEditoria
Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

 
TarantoEditoria
Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

 
BariIl caso
Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

 
Homeeditoria
Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

 
Foggianel foggiano
I carabinieri salvato il gatto dal fuoco

I carabinieri salvano il gatto dal fuoco

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 

i più letti

Vitali: basta demagogia, servono fatti

BARI – "Il tempo della demagogia è finito: sul caso Frecciarossa, non possiamo accettare posizioni meramente formali di contrasto e di difesa delle ragioni del territorio. Dai parlamentari pugliesi di maggioranza ad Emiliano, abbiamo bisogno di atti sostanziali per evitare un’umiliazione senza precedenti per il Salento. L’opposizione, in quest’ottica, non farà mancare il suo contributo". Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale pugliese di Forza Italia, Luigi Vitali. "Il rinvio dell’incontro previsto con la Regione da parte di Trenitalia – prosegue – è stato uno schiaffo ad una Puglia che soffre evidentemente di un deficit di autorevolezza politica. Ci saremmo aspettati, peraltro, una reazione ben diversa del presidente Emiliano, che si è trincerato dietro uno strano silenzio anzichè essere il primo a puntare il dito contro l’azienda. Chissà".

"Quel che è certo – conclude Vitali – è che siamo preoccupati e non vorremmo che si trattasse del preludio di altri tagli ai servizi nella nostra regione. Adesso è opportuno che si passi dalle parole ai fatti anche per costringere il governo Renzi, poco sensibile alle vicende del Sud, a prendere in mano la questione per riconoscere un sacrosanto diritto dei cittadini pugliesi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400