Giovedì 19 Settembre 2019 | 00:22

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
TarantoL'operazione
Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

 
BatNordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
BariLa decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 
PotenzaA Chiaromonte
In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

 
MateraPreso dai Cc
Tito, ai domiciliari ma spacciava: n cella un 49enne

Tito, ai domiciliari ma spacciava: in cella un 49enne

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 

i più letti

Emergenza Xylella, firmato stato calamità: 11 mln di indennizzi

Emergenza Xylella, firmato stato calamità: 11 mln di indennizzi
LECCE – Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ha firmato il decreto di declaratoria dello stato di calamità per l’emergenza Xylella nelle province di Lecce e Brindisi. Sono previsti indennizzi per 11 milioni di euro gli agricoltori colpiti. Lo ha reso noto lo stesso ministro che è a Lecce dove partecipa con il commissario alla sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis ad una riunione in prefettura.

"Siamo in Puglia – ha detto il Ministro Martina – per ribadire che la tutela dell’olivicoltura salentina è una priorità italiana ed europea. In queste ore ho firmato il decreto per gli indennizzi agli agricoltori colpiti delle province di Lecce e Brindisi, che per la prima volta per un’emergenza fitosanitaria consente l’attivazione del Fondo di solidarietà nazionale. Possiamo così ripartire gli 11 milioni destinati a sostenere il reddito delle imprese agricole". "Abbiamo stabilito ulteriori interventi di indennizzo – ha aggiunto – che verranno effettuati attingendo ai 13 milioni di euro del budget del Commissario di protezione civile".

"Allo stesso tempo – ha detto ancora – mettiamo in campo un potenziamento della ricerca con un programma europeo a guida italiana e uno nazionale con la creazione di un campo sperimentale in Salento per individuare soluzioni. All’Europa chiediamo un supporto ulteriore sulla ricerca e soprattutto di individuare altre risorse per gli indennizzi agli agricoltori". Ha poi annunciato che nelle prossime giornate "avremo un punto di avanzamento con il Commissario all’Agricoltura Hogan per stabilire le modalità".

"Il Piano Silletti – ha concluso il Martina – sta dando frutti e dobbiamo proseguire nella sua attuazione con serietà proprio per salvaguardare l’olivo coltura e il vivaismo salentino. Serve un grande lavoro di squadra che veda l’impegno di tutti nella stessa direzione.

Gli interventi previsti con la dichiarazione di stato di calamità, ha precisato il ministro Maurizio Martina, sono la sospensione delle rate dei mutui e dei contributi assistenziali e previdenziali e il risarcimenti per mancato reddito. E’ prevista, inoltre, la compensazione per abbattimento degli alberi, in base alla stima del valore che verrà resa definitiva nei prossimi giorni.

Nei prossimi 45 giorni – è stato precisato – le aziende potranno presentare domanda alla Regione Puglia per gli indennizzi. "Secondo le leggi europee – ha precisato Martina - possono accedere a queste misure le aziende agricole che dimostrano una perdita superiore al 30% della loro produzione lorda vendibile".
Per quanto riguarda i rimborsi previsti dal piano per l'emergenza del commissario Silletti, una parte dei 13 milioni di budget del Commissario di protezione civile vengono impiegati per la copertura dei danni subiti dalle Aziende vivaistiche non agricole, dalle Aziende agricole con danni sotto il 30% e dai Proprietari di uliveti non agricoltori. Sono previsti risarcimenti per ogni eventuale albero abbattuto. Per i vivaisti vengono previsti anche contributi per una serie di investimenti che aiutano a certificare indenni le piante, come ad esempio quelli in sistemi di protezione contro insetto vettore.

500 tecnici Cfs saranno agenti fitosanitari - Aumenta la dotazione del personale del Corpo forestale in Puglia. Lo ha annunciato questo pomeriggio a Lecce il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina. "Per aumentare l’attività di monitoraggio – ha detto - 500 tecnici del Corpo forestale vengono qualificati come agenti fitosanitari. Questo per poter irrobustire il fronte di verifica e controllo visto che come obiettivo ci siamo dati di raggiungere entro un anno 80mila analisi con un monitoraggio di tutto il territorio nazionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400