Martedì 18 Dicembre 2018 | 20:39

GDM.TV

i più visti della sezione

24 consigli per la campagna di efficienza energetica dell'Eni

gas, energia, cucinaROMA - Ventiquattro semplici consigli per risparmiare fino a 1.600 euro l'anno e ridurre fino al 30% la spesa energetica di una famiglia. Questo l'obiettivo della Campagna nazionale di Efficienza Energetica lanciata oggi da Eni, alla presenza di Paolo Scaroni, numero uno dell'azienda petrolifera, e del ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio.
Attraverso questo programma di formazione e informazione, Eni intende sensibilizzare e informare i cittadini sui temi del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale e proporre questa campagna come catalizzatore del dibattito sull'efficienza energetica coinvolgendo anche altri attori del mondo economico, industriale e sociale.
«L'origine di questa iniziativa, l'idea, mi è venuta perché si parla molto di fonti rinnovabili in un mondo in cui, spesso, l'efficienza energetica non esiste», ha spiegato Scaroni. «Ma la migliore fonte rinnovabile a nostra disposizione è proprio l'uso efficiente dell'energia. Questi 24 comportamenti possono essere adottati dalle famiglie senza stravolgere le loro abitudini di vita perché sono basati sulla semplicità e il buon senso. La vera innovazione - ha aggiunto il top manager - è che la nostra Direzione, Strategie e Studi, ha tradotto ciascuno di questi comportamenti in euro, spiegando quanto sia possibile risparmiare applicando i vari consigli di risparmio energetico».
Ad esempio, ha continuato Scaroni, evitando di lasciare gli elettrodomestici in stand by si possono tagliare i costi della spesa energetica di 50 euro l'anno. L'insieme dei 24 comportamenti produce un risparmio addirittura di 1.600 euro l'anno, «in pratica una quattordicesima fai-da-te», ha sottolineato Scaroni.

I settori per i quali vengono indicati i comportamenti sono quelli che coinvolgono le azioni pratiche quotidiane, i trasporti, il riscaldamento, l'illuminazione domestica e gli elettrodomestici e riguardano il modo in cui una famiglia-tipo di quattro persone consuma energia in tutte le sue attività: quando riscalda la casa, illumina le stanze, guarda la televisione o si sposta con la macchina. Dei 24 comportamenti individuati, 14 sono a costo zero, non comportano cioè alcun esborso per le famiglie, mentre altri dieci sono a costo sopportabile e comportano un investimento che si ripaga in tempi brevi e che in molti casi può godere di sussidi e incentivi. L'effetto totale di questi comportamenti produce un risparmio sino al 30% dei consumi di energia di una famiglia. I 24 consigli sono elencati, punto per punto, sul sito www.eni.it/efficienza-energetica.

L'efficienza energetica delle famiglie, è stato sottolineato durante la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, ha un grande effetto per l'intera nazione, che in termini di bolletta energetica del Paese sia in termini di abbattimento dell'anidride carbonica. Una riduzione del 30% dei consumi delle famiglie, infatti, consente di evitare ogni anno l'emissione di oltre 50 milioni di tonnellate di anidride carbonica, più della metà del deficit dell'Italia rispetto al target fissato dal Protocollo di Kyoto.
Eni è anche da tempo impegnata in numerosi progetti scientifici che puntano sulla ricerca nelle energie rinnovabili dove intende investire 350 milioni di euro nei prossimi 4 anni, in particolare su due grandi aree: i biocarburanti e il solare. Per quanto riguarda i biocarburanti, Eni sta individuando aree in cui vanta una presenza consolidata, come alcuni Paesi africani, per produrre biocarburanti da colture tradizionali ad alta resa e con un'ottima eco-compatibilità, che ben si sposano con le esigenze di quei Paesi di sviluppare settori diversi dal petrolio e offrono alternative economiche alla popolazione. Sul piano della ricerca tecnologica più innovativa, Eni punta inoltre sulla selezione di piante a crescita rapida ad esclusivo impiego energetico e sullo sviluppo di tecnologie basate su micro-organismi quali fitoplancton, micro-alghe e batteri per la produzione di una nuova generazione di carburanti di origine biologica a elevato rendimento e di buona compatibilità ambientale.
Per quanto riguarda il solare, la fonte rinnovabile più abbondante sul nostro Pianeta, Eni punta soprattuto sullo sviluppo di materiali organici e nanotecnologie capaci di superare le tecnologie fotovoltaiche utilizzate fino ad oggi, come il silicio, eccessivamente costoso e con bassi livelli di efficienza. Particolare attenzione è riservata alla realizzazione di celle solari nanostrutturate a basso costo che utilizzano pellicole plastiche costituite da polimeri conduttivi. In tal modo si possono realizzare celle solari con costi fino a dieci volte più bassi rispetto a quelli tradizionali attuali. L'obiettivo è quello di riuscire a convertire in elettricità, a un costo molto conveniente, anche una bassa percentuale dell'enorme quantità di energia prodotta dal sole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo