Domenica 17 Gennaio 2021 | 23:55

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

In Rete il video di una bambina di 5 anni sottoposta a sevizie

CATANIA - In circa 14 ore, il filmato di una bambina di 5-6 anni sottoposta a sevizie sessuali, è stato scaricato oltre 2.600 volte da altrettanti utenti in tutto il mondo. Tanti sono infatti i denunciati nell'operazione Max alle procure dei diversi Paesi (53 le denunce in Italia) e che è stata condotta dalla polizia postale di Catania in collaborazione con la Procura di Kotburg, in Germania.
L'operazione, illustrata stamane dal dirigente della Polizia Postale di Catania Marcello La Bella, è scattata dopo la segnalazione, da parte dell'Associazione Meter, della presenza su una bulletin board system, una sorta di bacheca per pedofili ospitata da un server di un Paese del nord-est asiatico tramite un provider in Germania, di un filmato che veniva descritto come «mai visto prima» e che effettivamente è risultato non in possesso della banca dati della polizia. Gli investigatori etnei hanno avvertito quella tedesca, che ha sostituito dalla polizia tedesca con uno di contenuto innocuo, che comunque gli utenti hanno continuato a scaricare. La polizia postale, in collaborazione con quella tedesca, sta cercando di risalire alla persona che ha messo in rete il filmato e, in collaborazione con l'Interpol, sono cominciate anche indagini per scoprire chi è la bambina vittima delle sevizie e il luogo dove sono state compiute.
Alcuni dei 53 italiani hanno ammesso le loro responsabilità, per altre persone sono in corso indagini per stabilire chi della famiglia avesse accesso al computer di casa. Tre degli indagati erano stati già in passato denunciati per reati analoghi. Le perquisizioni hanno riguardato computer di ditte e uffici pubblici e la polizia non esclude che ci possano essere altri indagati che avrebbero scaricato materiale pedofilo dai pc in uffici pubblici. Secondo gli investigatori esiste una buona possibilità che tutti gli indagati detengano materiale pedo-pornografico. Il file incriminato infatti non sarebbe stato possibile trovarlo durante una navigazione «casuale». Durante l'operazione sono state sequestrate anche macchine fotografiche digitali perché gli investigatori sospettano che uno degli indagati fotografasse bambini all''uscita da scuola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400