Sabato 23 Gennaio 2021 | 05:25

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Salvata da un passante

VICO DEL GARGANO (FOGGIA) - E' stata soccorsa e salvata da un passante che ha avvisato i carabinieri la ragazza minorenne - ha 17 anni, non 16 come si era appreso in un primo momento - picchiata, violentata e ferita con una coltellata all'addome la notte scorsa all'estrema periferia di Vico del Gargano.
L'uomo ha sentito il pianto e le grida di aiuto della ragazza, dopo che, violentata e ferita, era già stata abbandonata dai suoi aggressori nella stessa zona periferica dove era stata condotta.

La ragazza è stata trovata in una campagna in località Monastero da una persona richiamata dalle sue invocazioni di aiuto. Dopo averla soccorsa, l'uomo l'ha portata nella sua abitazione e dopo aver chiamato il 118 e i carabinieri, le ha prestato le prime cure. I militari hanno iniziato le indagini ascoltando le persone che ieri sera si trovavano nel locale notturno. Grazie a queste testimonianze gli investigatori sono riusciti a risalire ai tre ragazzi. Secondo indiscrezioni, sembra che i carabinieri abbiano anche trovato alcuni indumenti sporchi di sangue nell'abitazione di uno degli arrestati, praticamente con prove da flagranza di reato.

I TRE ARRESTATI
Sono Michele Mastroiorio, Vincenzo Bisanzio e Vincenzo Pane, tutti e tre di 21 anni e di Vico del Gargano, i presunti responsabili della violenza e del ferimento di una ragazza di 17 anni, compiuti la notte scorsa all'estrema periferia del paese garganico. I tre arrestati dai carabinieri che, intervenuti ancora nel cuore della notte dopo che è stato dato l'allarme sull'aggressione alla ragazza, nelle loro case avrebbero trovato abiti macchiati di sangue.
I tre - a quanto si è saputo - avevano conosciuto la ragazza in una discoteca: hanno cominciato a chiacchierare e hanno bevuto finchè l'hanno portata fuori e l'hanno costretta a seguirli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400