Venerdì 19 Aprile 2019 | 06:56

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Il direttore sanitario: «Medici ed infermieri non c'entrano»

impianto ospedaliero azoto ed ossigenoCASTELLANETA (Ta) - Per Marco Urago direttore della Asl di Taranto, i medici e gli infermieri dell'unità di terapia intensiva di Castellaneta non avrebbero responsabilità per le morti sospette di queste ultime settimane. Due di esse soltanto ieri e almeno per una è certo che la morte è dovuta ad una inversione dei gas medicali: azoto invece di ossigeno.
Urago, che ha consegnato una prima bozza di relazione all'assessorato alla sanità della Regione Puglia e al presidente Nichi Vendola, afferma di possedere tutte le carte del collaudo svolto sull'impianto nel 2005. Secondo il direttore la causa della «difussione di protossido di azoto, anziché ossigeno, attraverso le mascherine poste al di sopra delle spalliere del letto dei pazienti, non sarebbero da attribuire a possibili errori del personale sanitario dell'ospedale ma ad altre circostanze».
Urago insieme ai tecnici e ai medici della struttura sanitaria di Castellaneta, inaugurata appena il 20 aprile scorso, ha seguito il percorso dei tubi dell'impianto partendo dai letti dei pazienti. Sarebbe così stato rinvenuto un raccordo a forma di T agganciato al tubo dell'ossigeno, da cui potrebbe essere partito l'inserimento di protossido di azoto nell'impianto. Come è noto agli addetti ai lavori, i tubi dell'ossigeno e dell'azoto hanno colore e grandezza diversi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

 
Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

 
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
La pizzica sulla Piazza Rossa: Mosca tarantata dalla Puglia

La pizzica sulla Piazza Rossa: Mosca tarantata dalla Puglia

 
Ruspe a Borgo Mezzanone

Ruspe nella baraccopoli di Borgo Mezzanone: impegnati 209 agenti

 
Lecce, vede mostra Van Gogh in realtà virtuale e scatta foto: il video diventa virale su Fb

Lecce, vede mostra Van Gogh in realtà virtuale e scatta foto: il video diventa virale su Fb

 
S.Spirito, in cella due rapinatori terrore dei supermercati della zona

S.Spirito, in cella due rapinatori terrore dei supermercati della zona

 
Parigi, Notre Dame come il Petruzzelli: la distruzione sotto gli occhi del mondo

Parigi, Notre Dame come il Petruzzelli: la distruzione sotto gli occhi del mondo