Sabato 15 Dicembre 2018 | 22:27

GDM.TV

Afghanistan - La rabbia del giornalista Mastrogiacomo per l'assassinio del suo interprete

Il giornalista Daniele Mastrogiacomo ROMA - «Sono affranto, distrutto, di nuovo catapultato in un incubo che sembra non finire mai. È un omicidio orribile, gratuito, vigliacco. Adjmal Nashqebandi era un giornalista. Come me, come tanti che fanno il nostro mestiere in giro per il mondo. Non c'era e non c'è mai stata differenza tra me Ajmal e Saeed Nagha, l'autista che ci ha accompagnato nel sud dell'Afghanistan per fare un'intervista ad un comandante militare».
Così scrive Daniele Mastrogiacomo sul sito di "Repubblica", dopo l'uccisione di Adjmal Nashqebandi, il giovane giornalista afghano rapito con lui dai talebani e decapitato ieri.
«Paga un prezzo altissimo e la responsabilità ricade interamente sui Taliban: hanno mostrato al mondo la loro vera faccia, quella che rimproveravano a noi giornalisti di non volere raccontare all'esterno - prosegue Mastrogiacomo -. È quella che ci hanno annunciato con una telefonata alle agenzie di stampa. Non sono stati ai patti: ci hanno tolto le catene e ci hanno detto che eravamo liberi. Ho visto il mio amico e interprete pronto ad imbarcarsi su un convoglio che lo avrebbe consegnato a degli emissari. Così hanno detto i Taliban che ci tenevano prigionieri, così hanno continuato a ripetermi durante il mio trasferimento al luogo dove sarei stato liberato».
«Erano tutte bugie, solo bugie - scrive l'inviato di "Repubblica", rilasciato dai talebani il 19 marzo scorso -. Lo hanno ripreso e tenuto segregato per altri 16 giorni. Non hanno ascoltato gli appelli, a centinaia, lanciati da ogni angolo del mondo: hanno deciso di ucciderlo, con 24 ore di anticipo sull'ultimatum, per ribadire quello che sono: dei semplici assassini. Alla famiglia di Adjmal va tutto il mio affetto in questo tragico e difficilissimo
momento, assieme alla durissima condanna, all'orrore di un omicidio
che non ha alcuna spiegazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini