Domenica 17 Gennaio 2021 | 14:33

Il Biancorosso

L'intervista
Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Foggianel foggiano
San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

 
BariLotta al virus
Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

«E' difficile il controllo pubblico sui mestieri legati allo spettacolo»

BARI - «Una delle caratteristiche del mondo dello spettacolo è la vita in funzione dell'intervento pubblico perché fa parte dell'economia mediata. L'intervento pubblico va però razionalizzato, per ridurre la frammentazione e far uscire dal nero i lavoratori". Lo ha detto l'assessore regionale pugliese alle attività culturali, Silvia Godelli, intervenuta insieme con l'assessore regionale al lavoro e alla formazione professionale, Marco Barbieri, alla presentazione dei risultati della prima fase della ricerca «Vivo di spettacolo», progetto Equal con capofila il Teatro Pubblico Pugliese.
Per la Godelli «l'emersione dal lavoro nero attraverserà un percorso complicato. In teoria la Puglia ha una legge per non finanziare le attività non in regola, in pratica la possibilità di controlli è difficile, ma può crescere. C'è poi l'intera partita della formazione dei diversi mestieri dello spettacolo, come le figure tecniche per l'audiovisivo e il cinema e per i mestieri 'minori' come i costumisti. Nel 2008 poi potremmo passare alla formazione della gestione e l'organizzazione, dove non abbiamo corsi finanziati, per i quali però potrebbero intervenire le Università».
«E' inevitabile - ha detto Barbieri commentando i risultati della ricerca - che il settore abbia caratteristiche di frammentazione con un certo tasso di precarietà. Credo che però il passaggio a un maggior grado di stabilità e a un maggiore numero di giornate di lavoro passi non solo per l'aumento di contributi Enpals ma anche con l'aumento della retribuzione vera. Per quanto riguarda la formazione, pesa senz'altro l'offerta formativa dei conservatori, mentre sulle altre figure - manageriali, tecniche - non c'è da parte degli enti di formazione un obiettiva percezione dello spettacolo come settore economico. Molti invece sarebbero gli interessati ai corsi per manager, tecnici e specialisti se ci fossero reali sbocchi professionali, che non passano se non tramite accordi tra enti di formazione, Regione e produttori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400