Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:02

GDM.TV

50 anni fa a Roma nasceva la CEE, embrione d'Europa

ROMA - Era un lunedì piovoso quel 25 marzo del 1957 quando i ministri degli Esteri di Benelux e di Francia, il cancelliere tedesco Konrad Adenauer, il presidente del consiglio italiano Antonio Segni e il ministro degli Esteri Gaetano Martino si riunirono alle 18 nella Sala degli Orazi e Curiazi, nel Palazzo dei Conservatori al Campidoglio, per apporre le loro firme ai due «Trattati di Roma». Fu così posta la prima pietra della costruzione europea. Gli studenti delle scuole romane poteron fare festa; «il Colosseo e il Foro Romano fino all'Arco di Tito immersi nella luce dei riflettori», come scrisse la tedesca 'Frankfurter Allgemeine Zeitung'.
Dopo 22 mesi di trattative, l'accordo sul testo definitivo dei due trattati fu raggiunto soltanto nella mattinata di quel lunedì, quando mancavano poche ore alla cerimonia della firma. Uno dei nodi ancora da sciogliere era come inquadrare i rapporti intertedeschi, vale a dire tra la Repubblica federale di Germania e la comunista Ddr. Il clima internazionale che aveva accompagnato le trattative non era stato dei più favorevoli: solo pochi mesi prima, nell'autunno 1956, c'era stata la rivolta ungherese contro l'occupazione sovietica e l'intervento armato franco-britannico seguito alla nazionalizzazione del Canale di Suez decisa dal presidente egiziano, Gamal Abdel Nasser.
Ispirato dall'incomparabile cornice storica in cui era stata apposta la firma dei Trattati, il ministro lussemburghese Joseph Bech formulò in latino il comune auspicio: «Ceterum censo Europam esse construendam». In fondo ritengo che si debba costruire l'Europa.

I DUE TRATTATI DI ROMA
I Trattati di Roma avevano come punto centrale l'istituzione di un'Assemblea parlamentare europea, inizialmente soltanto con funzioni consultive, che nel 1962 avrebbe assunto il nome di Parlamento europeo. A farne parte furono chiamati inizialmente 142 deputati nominati dalle assemblee legislative dei sei Paesi membri. La sessione costitutiva di questo organo si tenne il 19 marzo 1958 a Strasburgo, sotto la presidenza di Robert Schuman. Le prime elezioni a suffragio diretto per l'elezione dei componenti del Parlamento europeo si svolsero nel 1979. Il Trattato Euratom, creato allo scopo di coordinare i programmi di ricerca sull'energia nucleare a scopi civili, non ha mai avuto modifiche e continua a rimanere in vigore. Il trattato istitutivo della Cee comprende 240 articoli ed è strutturato in sei parti distinte, precedute da un preambolo, in cui i sei Paesi firmatari si impegnano tra l'altro a porre le fondamenta di un'unione sempre più stretta fra i popoli europei e ad assicurare mediante un'azione comune il progresso economico e sociale, con l'eliminazione delle barriere che dividono l'Europa, con l'appello agli altri popoli europei, animati dallo stesso ideale, ad associarsi a questo sforzo sforzo. Nelle sei parti in cui è suddiviso il Trattato istitutivo della Comunità economica europea è prevista:
1. l'eliminazione dei dazi doganali tra gli Stati Membri; 2. l'introduzione di politiche comuni nei settori dell'agricoltura e dei trasporti;
3. la creazione di un fondo sociale europeo;
4. la creazione della Banca europea degli investimenti;
5. lo sviluppo della cooperazione tra gli Stati membri. Alla base della Cee furono poste quattro libertà fondamentali: libera circolazione delle persone, dei servizi, delle merci e dei capitali. Condizioni che avrebbe dovuto realizzarsi in un periodo di dodici anni, in tre fasi successive (articolo 8).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori