Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 14:11

GDM.TV

i più visti della sezione

Una Unione Europea con nuove basi entro il 2009

BERLINO - I capi di stato e di governo dei 27 paesi della Ue vogliono porre l'Unione su rinnovate basi istituzionali entro le elezioni europee del 2009. L'impegno è contenuto nella «Dichiarazione di Berlino», il documento che verrà adottato solennemente domenica dal vertice europeo straordinario convocato nella capitale tedesca per celebrare i 50 anni dell'Unione europea.
Con l'obiettivo di una «rinnovata base» istituzionale da definire entro le prossime elezioni dell'Europarlamento, i Paesi della Ue cercano una via d'uscita dalla crisi profonda innescata dalla bocciatura del testo costituzionale nei referendum del 2005 in Francia e Olanda.
La data del 2009 è stata alla fine accettata da tutti i Paesi membri, nonostante le persistenti perplessità di alcune capitali come Londra, Varsavia, L'Aja e sopratutto Praga. Il premier ceco Mirek Topolanek - il cui Paese assumerà la presidenza di turno nel primo semestre 2009 - aveva detto ieri che il suo governo preferiva che nella Dichiarazione di Berlino non figurasse alcun riferimento a una data concreta.
Oggi tuttavia una fonte della presidenza tedesca ha detto che le ultime obiezioni erano state appianate dopo contatti telefonici che il cancelliere Angela Merkel, presidente di turno della Ue, aveva avuto nelle ultime ore con il premier Topolanek e con il presidente ceco Vaclav Klaus.
Ciò comunque non significa che per la Merkel il lavoro si è esaurito. Già nella colazione di lavoro di domenica all'Hotel de Rome a Berlino il cancelliere dovrà dire infatti ai colleghi europei come intende procedere fino al vertice di giugno, dove dovrà presentare una precisa tabella di marcia e soluzioni possibili di uscita dall'impasse istituzionale.
Nella Dichiarazione - che verrà adottata in una cerimonia domenica al Deutsches Historisches Museum - si sottolinea la necessità di «rinnovare di continuo l'architettura politica dell'Europa» in conformità ai tempi». «Per questo oggi - 50 anni dopo la firma dei Trattati di Roma - noi siamo uniti nell'obiettivo di porre l'Unione europea fino alle elezioni del parlamento europeo nel 2009 su una rinnovata base comune», si legge nel documento.
Nella Dichiarazione si sottolinea la volontà dell'Europa di lasciare le sue porte aperte e si esaltano i valori sui quali si fonda la cultura e la tradizione europea: «noi abbiamo come obiettivo la pace e la libertà, la democrazia e lo stato di diritto, il rispetto reciproso e la responsabilità, il benessere e la sicurezza, la tolleranza e la partecipazione, la giustizia e la solidarietà».
Sottolineando come l'Unione europea sia la «risposta alle grandi sfide che non si fermano alle frontiere nazionali», il documento sancisce al tempo stesso l'impegno a «combattere insieme terrorismo e criminalità organizzata», non lasciando più alcuna chance a razzismo e xenofobia.
«Con l'unità europea è divenuto realtà un sogno delle passate generazioni», aggiunge la Dichiarazione che si conclude con le parole: «Poichè noi sappiamo che l'Europa è il nostro comune futuro».
Franco Quintano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo