Martedì 19 Gennaio 2021 | 03:54

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Il procuratore Chieco: «voglio chiarire la mia posizione»

MATERA - «Chiedo al vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura, al procuratore generale presso la Cassazione e al Ministro della Giustizia, Clemente Mastella, di essere messo subito in condizione di poter chiarire la mia posizione». Lo ha detto il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Matera, Giuseppe Chieco, che è coinvolto nell'inchiesta della Procura di Catanzaro.
Stamani Chieco ha incontrato i giornalisti per spiegare la sua posizione: «So - ha osservato - che i tempi dell'inchiesta in cui sono coinvolto (quella sul villaggio turistico 'Marinagrì) saranno lunghi. Le indagini su Marinagri - ha aggiunto Chieco - per la gran mole di documenti sequestrati e da visionare impegneranno tutto il 2007. Me lo ha confermato il pubblico ministero Luigi De Magistris, nel corso di un brevissimo incontro avuto ieri a Matera durante le indagini. Ho chiesto di essere subito sentito e mi ha detto di essere disponibile, precisando di voler attendere l'esito delle indagini. E mi sembra logico. Valuterò il da farsi».

Chieco ha spiegato ai giornalisti «che la Guardia di Finanza ha sequestrato, con il mio aiuto, oltre a documenti, anche file relativi alla mia contabilità personale, contenuti su un notebook custodito presso la mia abitazione, e che periodicamente riporto attraverso una pen-drive su altro computer. Sono - ha aggiunto - quindi false le ricostruzioni riportate oggi da un quotidiano. Chiedo di essere esaminato e rivoltato come un calzino. Non ho nulla da nascondere. Ho chiesto personalmente - ha proseguito - l'acquisizione di quei file, fornendo la password di accesso, che gestisco con un programma Microsoft Money fornito di regolare licenza. E questo proprio perchè si possano verificare tutte le entrate e le uscite, dal conto corrente alle carte di credito, dal 1998 a oggi. In quel file non c'è alcuna contabilità di Marinagri».
Chieco ha anche ribadito di «non aver mai acquistato alcun immobile nel villaggio Marinagri», precisando «di essersi recato a Policoro nel luglio del 2003 dopo aver chiesto informazioni a un tenente della Guardia di Finanza, apprendendo che il proprietario della 'Ittica Val d'Agri', Vincenzo Vitale, promotore del progetto Marinagri, era stato coinvolto nell'inchiesta sul ferimento dell'ex presidente dell'Esab, Decio Scardaccione, dal quale era risultato totalmente estraneo. Incontrai Vitale nell'estate del 2003 a Policoro e mi fu riferito che il progetto avrebbe dovuto essere avviato nel 2004. Seppi poi da un mio sostituto procuratore, Paola Morelli, di una inchiesta condotta dai Carabinieri di Policoro su Marinagri e a sua volta ereditata da un altro sostituto procuratore che l'aveva avviata nel 2002 quando io non ero ancora arrivato a Matera. Decisi così di investire a Castellaneta Marina (Taranto), dove acquistai una villetta per 150mila euro. Vitale venne a Matera nel febbraio 2004 per incontrare la titolare delle indagini che, a sua volta, presentò nel 2005 la richiesta di archiviazione al giudice per le indagini preliminari. Il gip accolse, lo scorso anno, la richiesta di archiviazione. Subito dopo sono giunti degli esposti sull'argomento alla Procura di Catanzaro».
Chieco ha escluso che «possano esserci delle macchinazioni. Ci sono un paio di persone che probabilmente non mi amano. Da qui gli esposti, alcuni dei quali sono stati inviati da me a Catanzaro e riguardano alcune perplessità nei confronti di magistrati che operano nel Distretto di Potenza. Non credo alle macchinazioni. Mi lamento per le falsità, le calunnie, le diffamazioni di una parte della stampa. C'è un aspetto positivo della vicenda. Mi sono reso conto che, anche con le migliori intenzioni, mettiamo insieme un meccanismo come un tritacarne che distrugge le persone. L'unica ricchezza che ho sono la mia famiglia e i miei collaboratori, che non hanno come capo ufficio un lazzarone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400