Sabato 16 Gennaio 2021 | 06:38

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Al centro dell'indagine i rapporti tra il procuratore della Repubblica di Potenza, Giuseppe Galante, e un avvocato del capoluogo lucano, Francesca Sassano

CATANZARO - I rapporti tra il procuratore della Repubblica di Potenza, Giuseppe Galante, e un avvocato del capoluogo lucano, Francesca Sassano, del Foro del capoluogo lucano, sono al centro di uno dei filoni delle inchieste condotte dalla Procura della Repubblica di Catanzaro.
Il procedimento trae origine dalla trasmissione a Catanzaro, da parte della Procura della Repubblica di Potenza, degli atti riguardanti alcune intercettazioni ambientali in cui alcuni indagati riferivano degli «ottimi rapporti» tra Galante e l'avvocato Sassano grazie ai quali il penalista avrebbe potuto intercedere in alcune inchieste condotte dal magistrato. Nelle stesse intercettazioni si riferiva che i rapporti tra Galante e l'avvocato Sassano sarebbero stati tali che il magistrato avrebbe avuto in affitto, a titolo gratuito, un appartamento di proprietà del penalista. Dai riscontri effettuati dalla polizia giudiziaria sarebbe emerso che Galante, fin dal 2000, avrebbe occupato a Potenza un appartamento di proprietà del padre dell'avvocato Sassano, locazione per la quale non sarebbe stato stipulato alcun contratto.
Dalle indagini sono anche emersi bonifici da parte di Galante sul conto corrente della madre dell'avvocato Sassano, ma la data in cui sono iniziati i pagamenti sarebbe successiva a quella dopo la quale il procuratore Galante è venuto a conoscenza delle intercettazioni ambientali in cui si riferiva della locazione dell'appartamento.
Secondo l'ipotesi accusatoria, dunque, i bonifici sarebbero stati effettuati al solo fine di dissimulare il carattere gratuito dell'appartamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400