Lunedì 08 Marzo 2021 | 04:53

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Lo strazio di un paese per le cinque vittime

BRINDISI - I cinque giovani morti nell'incidente si chiamavano Massimiliano Geusa (30 anni), che era alla guida della Mini Cooper, Antonio Giannuzzi (18), Giorgio Tario (19), Cristian Serinelli (25) e Marco Laterza (27). Erano tutti di Torchiarolo, piccolo paese alle porte di Brindisi e al confine con la provincia di Lecce.
A bordo della Mercedes viaggiava Sandro Serinelli, di 30 anni, anche lui di Torchiarolo: è stato ricoverato in ospedale a Brindisi, in prognosi riservata. Secondo i medici, tuttavia, le sue condizioni non sarebbero molto gravi e presto potrebbe essere sciolta la prognosi.

A quanto si e' saputo, Giannuzzi, Tario, Cristian Serinelli e Laterza avevano trascorso insieme il sabato sera in paese, a Torchiarolo, dove avevano mangiato una pizza insieme.
La serata si stava avviando tranquillamente alla conclusione quando i quattro sono stati raggiunti da Massimiliano Geusa, proprietario della Mini, che ha proposto loro un giro a Lecce. Poco dopo, si è verificato l'incidente, avvenuto sulla rampa dello svincolo della superstrada Brindisi-Lecce. In direzione opposta viaggiava la Mercedes di Sandro Serinelli, che - a quanto si è saputo - stava tornando a casa, a Torchiarolo.

La Mini - hanno stabilito gli investigatori - stava salendo la rampa del cavalcavia quando avrebbe invaso la corsia opposta finendo violentemente contro la Mercedes: subito dopo, si è ribaltata e ha preso fuoco, imprigionando tra le lamiere i giovani.
Per decisione del sindaco di Torchiarolo, Antonio Del Coco, domani - se ci saranno frattanto le autorizzazioni della magistratura inquirente - sarà allestita nel Municipio la camera ardente per tutte e cinque le vittime. La cerimonia funebre sarà unica e si svolgerà nel pomeriggio nella Chiesa madre del paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400