Martedì 11 Dicembre 2018 | 07:21

GDM.TV

i più visti della sezione

«Triangolo del salotto» dalla crisi alla rinascita

BARI - «Nel 2002, all'apice del suo periodo di espansione economica, il 'triangolo del salotto murgiano' posto a cavallo tra Puglia e Basilicata contava 520 unità produttive, intese come imprese anche micro che lavoravano per il mobile imbottito, sviluppavano un fatturato di 2.100 milioni di euro ed impiegavano 12mila lavoratori. Oggi, appena quattro anni dopo, si contano 190 aziende (120 in Puglia e 70 in Basilicata), sono stati persi 4mila posti di lavoro e il fatturato si è dimezzato, passando a 1.214 milioni di euro».
A dare i numeri sul distretto del salotto murgiano è Giovanni Schiuma, coordinatore scientifico del settore studi e ricerca del distretto del mobile imbottito dell'Università della Basilicata durante il convegno organizzato da Confindustria Bari.
«Nonostante i numeri evidenzino la crisi - sottolinea il ricercatore - non è vero che i distretti manifatturieri siano spacciati, semplicemente devono evolvere verso nuovi modelli di business e con nuovi processi che creino valore. Si deve riuscire a realizzare prodotti 'intelligenti' ad alto capitale intellettuale che mirano a soddisfare i bisogni ed i desideri dei clienti. Quelli che fino a 10-15 anni fa erano punti di forza che hanno sorretto l'espansione di aziende come Natuzzi, Nicoletti o Calia, il produrre un prodotto con un buon rapporto qualità prezzo e mantenendo una produzione quasi artigianale, oggi è uno svantaggio perché su queste basi non si può competere con produzioni come quelle asiatiche, serve un riposizionamento. Non solo, serve una nuova cultura aziendale di distretto, nuove relazioni con sindacati, reti di ricerca, creare consorzi, sorreggere e sviluppare la crescita delle risorse umane sia trattanendo le migliori intelligenze, ma anche attraendo i talenti e soprattuto saper creare un forte legame con il territorio».
Schiuma non nasconde le difficoltà: «certe strategie possono essere rette dalle grandi aziende, ma non dalle medie e meno che mai dalle piccole ecco perché le politiche di distretto avviate dalle istituzioni devono puntare a sorreggere in particolare le pmi». (R. Sche.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca