Sabato 23 Gennaio 2021 | 16:22

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Calcio / Inchiesta Gea - I ruoli degli imputati

Luciano Moggi ROMA - Contestando i reati di associazione per delinquere alle 8 persone per le quali è stato chiesto il rinvio a giudizio si attribuisce «di essersi associati per creare un'organizzazione stabile finalizzata alla commissione di più delitti di illecita concorrenza con violenza e minaccia, nonché alla commissione di più delitti di violenza privata».
Luciano Moggi, suo figlio Alessandro e Franco Zavaglia sono
indicati come organizzatori della "Gea world Spa", società creata per acquisire il maggior numero possibile di procure sportive e tramite essa ottenere un potere contrattuale in grado di incidere in maniera determinante sul mercato calcistico per condizionare la gestione dei calciatori e di varie squadre del campionato di calcio.
Per quanto riguarda Riccardo Calleri, Davide Lippi, Pasquale Gallo e Francesco Ceravolo si attribuisce loro, in qualità di partecipi di aver coadiuvato i Moggi e Zavaglia nell'attività di procacciamento delle procure con metodi illeciti.
Escono invece di scena - secondo le richieste dei pubblici ministeri - Chiara Geronzi e Giuseppe De Mita, coinvolti nella prima fase dell'inchiesta in quanto anch'essi soci della Gea, e Tommaso Cellini, direttore generale della società.
A Luciano Gaucci i magistrati non hanno contestato il reato di associazione per delinquere. All'ex patron del Perugia infatti, entrato nell'inchiesta successivamente, vengono attribuiti soltanto alcuni episodi che, in sostanza, non escludono dall'attività le altre persone per le quali è stato chiesto il rinvio a giudizio per associazione per delinquere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400