Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:20

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

«Stop per 2 o 3 settimane alle notturne»

ROMA - «Ieri il Ministero degli Interni, per questa prima fase delicatissima in cui guai se succede qualcosa, ha chiesto che si sospendano almeno per 2 o 3 settimane le notturne, per le quali è sempre più difficile organizzare l'ordine pubblico. Il tempo necessario perchè il clima si smorzi e perché lo norme entrino a pieno regime».
Stop momentaneo alle gare in notturna: da questo provvedimento, spiega il sottosegretario allo Sport Giovanni Lolli, dovrebbe ripartire il campionato da domenica prossima, anche l'ufficialità si avrà solamente dopo il Consiglio dei Ministri di questo pomeriggio, che varerà un decreto legge improntato a "tutta la ragionevolezza del mondo, ma assoluta inflessibilità». «Guai se alla ripresa del campionato succedesse di nuovo qualcosa -spiega Lolli-, sarebbe davvero preoccupante. Fermare del tutto la macchina, ripararla e ripartire spero sia davvero l'ultima spiaggia, ma è una responsabilità di tutti».
Si ripartirà col giro di vite per gli stadi, sulla cui agibilità si esprimerà l'Osservatorio tra stasera e domani. «I prefetti vengono liberati dall'incombenza di decidere secondo la propria discrezionalità -spiega Lolli-: su di loro pesavano tra l'altro forti pressioni locali. E al tavolo dell'Osservatorio siederanno anche esponenti del calcio". Per il futuro l'idea è sempre quella di stadi nuovi e privati. "Gli impianti di oggi sono scatoloni vecchi, brutti e insicuri: prevediamo di migliorarli e farne di nuovi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400