Domenica 24 Gennaio 2021 | 01:28

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

Un vertice al Viminale: le decisioni a mercoledì

ROMA - «Io non mi muovo da qui. Non posso vedere che accadano cose come quelle di Catania». È quanto avrebbe detto il ministro dell'Interno Amato, nel corso del vertice sulle misure contro la violenza negli stadi al Viminale con i rappresentanti della Lega calcio. Ai vertici sportivi, secondo quanto si apprende, Amato ha ribadito la piena collaborazione e disponibilità del Governo al dialogo.

PANCALLI RIBADISCE «DECIDO DOMANI»
«Sono una persona coerente, avevo già detto che avrei atteso il Consiglio straordinario dei Ministri per decidere e non cambio idea». Il Commissario Straordinario della Figc, Luca Pancalli al termine del vertice al Viminale con le competenti del calcio ed i Ministri Amato e Melandri, ribadisce di voler attendere le decisioni del Governo attese per domani pomeriggio prima di decidere l'eventuale ripresa dei campionati dal prossimo fine settimana. «Sarà giovedì l'osservatorio del Viminale - ha proseguito Pancalli - a decidere quali stadi sono a norma e quali no, non ci saranno più deroghe». Pancalli sulla riunione ha anche sottolineato che: «c'è stata collaborazione e condivisione dei problemi ed anche autorevolezza da parte del Governo».

MELANDRI: «NO STADI FUORI NORMA»
«Non si utilizzeranno stadi fuori dalle norme vigenti». Lo ha precisato, al termine del vertice al Viminale, il ministro dello sport Giovanna Melandri.
«Abbiamo trovato un ascolto responsabile ed attento - ha proseguito il Ministro Melandri - ed una condivisione di sostanza delle scelte del Governo. Domani il Consiglio dei Ministri alle 17.00 varerà un provvedimento articolato con delle misure di immediata applicazione per decreto legge assieme ad una verifica della situazione inerente agli stadi italiani. Solo ad accertamento effettuato, e qualora tutto sia in regola con le norme vigenti, vi sarà la riapertura». «A tutti bisogna dire - ha concluso la Melandri - che la decisione sulla ripresa del campionato non spetta al governo ma agli organi sportivi. Il Governo deve garantire la sicurezza piena a tutti i cittadini, i tifosi e le forze dell'ordine. Abbiamo in mente un modello di gestione diverso».

Al Vertice, presieduto dal ministro dell'Interno, Amato, hanno preso parte il ministro dello sport, Giovanna Melandri, il vice ministro Marco Minniti e il capo della Polizia, Gianni De Gennaro. Per il calcio erano presenti il commissario della Figc Luca Pancalli, il vice commissario Gigi Riva, il presidente della Lega, Antonio Matarrese, vice presidente, Rossella Sensi e il presidente della Lega calcio di serie C Mario Macalli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400