Venerdì 22 Gennaio 2021 | 21:03

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
Covid news h 24Al San Giacomo
Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Alle Province le competenze sui rifiuti - Il presidente della Provincia di Bari, Enzo Divella: sono pronto, sono pronto da molto tempo

BARI - "Sono pronto, sono pronto da molto tempo a ricevere le competenze sui rifiuti. Sia chiaro: non è una delega che viene affidata alle Province, è la fine del commissariamento e i poteri tornano alle Province". Così il presidente della Provincia di Bari, VIncenzo Divella, presidente dell'Upi Puglia, commenta la giornata di oggi in cui, dopo 12 anni, termina in Puglia la fase di commissariamento e i poteri sui rifiuti, a partire da domani, saranno gestiti dalle autonomie provinciali. "Quella dei rifiuti è una questione delicata, un problema - afferma Divella - che va affrontato con molta attenzione. E oggi ripeto quello che da tempo diciamo: potremo operare solo se la Regione entrerà nell'ordine di idee di darci risorse finanziarie e risorse umane".
Domani mattina Divella si attende di ricevere una comunicazione ufficiale da parte del commissario regionale per l' emergenza rifiuti in Puglia, Nichi Vendola: "da quel momento - annuncia - la macchina qui si muoverà in modo veloce: faremo immediatamente un incontro con uno staff di tecnici provinciali per fare il punto della situazione sugli impianti esistenti, sulla raccolta differenziata, sulle discariche, e poi faremo un piano di obiettivi a breve termine, sei otto mesi". "La nostra intenzione è quella - aggiunge Divella - di puntare sulla raccolta differenziata: ci vorrà coraggio perchè probabilmente prenderemo atto, ad esempio, del fatto che gli impianti attuali non soddisfano le esigenze della raccolta differenziata e quindi dovremo trovare una soluzione". La Provincia di Bari istituirà un Osservatorio, una segreteria tecnica, e un comitato tecnico.
"E poi ascolteremo tutti - annuncia Divella - anche gli operatori del settore che fino ad ora sono stati esclusi da ogni concertazione". "E' chiaro - aggiunge - che utilizzeremo la struttura commissariale. L'ufficio stralcio? Al momento non ne so gran che. Se è un ufficio che accompagnerà la fase di passaggio, ben venga".
"Strutturalmente - continua il presidente della Provincia di Bari - il problema dei rifiuti non è ancora risolto: si è evitato di trovare i rifiuti per strada, è vero, ma è chiaro che l'emergenza non finirà mai, almeno fino a quando mancherà la cultura della raccolta differenziata. Così come noi dobbiamo fare in modo di creare strutture che non blocchino il ciclo della raccolta differenziata". "E ancora: dobbiamo entrare nell'ordine di idee - incalza Divella - che noi dobbiamo tenerci i nostri rifiuti, lo smaltimento deve essere fatto sul posto e quindi bisogna creare nuovi impianti complessi che seguano il ciclo di trasformazione dei rifiuti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400