Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:53

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Alitalia - Lunedì sera la scadenza dei termini per le domande dai possibili acquirenti

ROMA - È iniziato il conto alla rovescia per la prima fase del processo di privatizzazione dell'Alitalia: i potenziali acquirenti della quota del capitale dell'aviolinea, attualmente di proprietà del ministero dell'Economia, dovranno depositare la loro manifestazione di interesse entro le 18 di domani 29 gennaio.
Nonostante la crisi, l'Alitalia sembra suscitare un certo interesse tra gli investitori. Oltre alle possibili offerte da parte di investitori industriali come l'Air France e la cordata Air One-Banca Intesa, la privatizzazione dell'Alitalia ha risvegliato l'interesse di vari fondi di private equity: il Texas Pacific Group (Tpg, già protagonista di vari processi di ristrutturazione del settore titolare di una quota dell'aviolinea australiana Qantas), il BC Partners e il Management & Capital di Carlo De Benedetti (al quale partecipano Goldman Sachs, il fondo Cerberus, la Sopaf, Diego Della Valle e Nerio Alessandri).
L'interesse dei fondi non è passato inosservato all'azionista pubblico. Il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa, parlando con i giornalisti in occasione del World Economic Forum di Davos, ha sottolineato che il bando prevede quattro condizioni chiave che non escludono in alcun modo gli investitori di "private equity". Alitalia
«Certamente - ha detto il ministro - le condizioni fissate per la manifestazione di interesse e per l'acquisto della quota dell'Alitalia sono quelle pubblicizzate, le sole che esistono e sappiamo che non escludono nessun investitore, nemmeno i fondi di private equity». «Non mi hanno fatto domande di Alitalia - ha precisato Padoa-Schioppa - ma direi che le quattro condizioni che abbiamo sono quelle che sono state pubblicizzate per presentare la manifestazione di interesse per l'acquisto di almeno il 30% dell'Alitalia. Tra queste il mantenimento dell'identità nazionale e la richiesta di un impegno a lungo tempo».
È comunque da tener ben presente che la manifestazione di interesse è solo una prima fase di un processo che si dovrebbe concludere la prossima estate. Per ora, non si conosce neanche ciò che il Governo vuole vendere: si sa soltanto che l'acquirente dovrà accollarsi una quota non inferiore del 30,1% di quel 49,9 del capitale Alitalia attualmente nelle mani del ministero di via XX Settembre. Quella quota del 30,1% fa comunque scattare l'obbligo di opzione di acquisto totalitaria a tutela dei piccoli azionisti che avranno la possibilità di cedere le azioni Alitalia in loro possesso. Il ministero dell'Economia potrebbe poi richiedere all'acquirente di farsi carico delle obbligazioni convertibili Alitalia attualmente in mano pubblica per un valore di oltre 446 milioni di euro (1.207.147.404 titoli del valore nominale di 0,37 euro ciascuno).
Riguardo alle manifestazioni di interesse che saranno rese note domani, occorre ricordare che il bando, pubblicato lo scorso 29 dicembre dal ministero dell'Economia, prevede la possibilità che i soggetti ammessi alla seconda fase della gara possano modificare la composizione interna della cordata anche con l'ingresso di nuovi soggetti. E ciò vuol dire che alcuni gruppi, come la banca Rothschild o la Lufthansa, potrebbero scendere in campo in un secondo momento entrando in una cordata già ammessa alla seconda fase della gara. Nel caso dell'aviolinea tedesca, è quasi scontato che potrebbe entrare in gioco a fianco dell'Air One di Carlo Toto, visti gli stretti legami tra le due aviolinee. È comunque da tener presente che il bando del ministero dell'Economia ha già posto un requisito di «solidità economica» per le manifestazioni di interesse: i soggetti interessati dovranno dimostrare di possedere un patrimonio netto non inferiore a 100 milioni. E questo limite potrebbe dimostrarsi un intralcio insormontabile ad alcune offerte, come quella paventata dall'uomo d'affari milanese Paolo Alazraki.
Il Governo sembra comunque fiducioso che domani la Merryill Lynch, advisor dell'azionista pubblico, riceverà più di un'offerta. «Mi sembra che ci siano buone prospettive per una partecipazione effettiva a questa gara e se questo verrà confermato lunedì - ha affermato il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi - saremo particolarmente soddisfatti perchè sull'Alitalia e, in generale, sul trasporto aereo, abbiamo fatto una grossa scommessa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400