Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 08:45

GDM.TV

i più visti della sezione

Pochi crimini in Basilicata, ma attenzione a «germi di una criminalità più subdola e pericolosa». Protestano magistrati ed avvocati

POTENZA - L'indice di criminalità in Basilicata è basso e stazionario, anche se sono presenti «germi di una criminalità più subdola e pericolosa». Lo ha detto stamani il Presidente della Corte di Appello di Potenza, Angelo Vaccaro nella sua relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario.
L'alto magistrato ha messo in rilievo l'elevata litigiosità dei lucani nel settore civile: il tasso è del 32,3 per cento, superiore a quello di Roma. Vaccaro ha lamentato il sottodimensionamento degli organici di magistrati e personale amministrativo nel distretto, anche se le tendenze negli uffici non sono aumentate in modo significativo.

PROTESTANO MAGISTRATI ED AVVOCATI
L'inaugurazione dell'anno giudiziario stamani a Potenza è stata caratterizzata dalle assenze di magistrati e avvocati.
I magistrati dell'Anm non si sono presentati per protesta contro il progetto di riforma della giustizia del ministro Mastella.
Non hanno partecipato gli avvocati della provincia di Matera, per protestare contro i problemi della giustizia nel distretto, in particolare per la grave carenza di personale amministrativo alla sezione distaccata di Pisticci del Tribunale, che ha quasi paralizzato l'attività dell'ufficio.
Gli avvocati potentini hanno ascoltato soltanto le relazioni del presidente della Corte d'Appello, Angelo Vaccaro, e del procuratore generale, Vincenzo Tufano, quindi sono usciti dall'aula.
La loro protesta riguarda la riforma Mastella, che non terrebbe conto delle loro richieste, e i problemi di Potenza: tempi lunghi dei processi, scarsità dei giudici, utilizzo massiccio di intercettazioni.
«La nostra assenza alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario a Potenza conferma le ragioni di una protesta, che intende ricordare il persistere di limiti e difficoltà per gli avvocati materani a esercitare pienamente la professione, nel rispetto della giustizia e a tutela dei cittadini».
Lo ha detto oggi a Matera il presidente dell'Ordine degli avvocati della provincia, Giuseppe Labriola, in occasione della consegna della "toga d'oro" agli avvocati Filippo Modarelli e Italo Michele Rocco.
«Cinquant'anni di attività - ha aggiunto Labriola - sono un esempio di professionalità e impegno che gli avvocati materani vogliono continuare a dimostrare, nonostante la insensibilità delle istituzioni a risolvere i problemi organizzativi della giustizia in provincia. La situazione di estrema difficoltà del nostro circondario e del tribunale di Pisticci, in particolare, ne sono una conferma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia