Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 02:37

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Pochi crimini in Basilicata, ma attenzione a «germi di una criminalità più subdola e pericolosa». Protestano magistrati ed avvocati

POTENZA - L'indice di criminalità in Basilicata è basso e stazionario, anche se sono presenti «germi di una criminalità più subdola e pericolosa». Lo ha detto stamani il Presidente della Corte di Appello di Potenza, Angelo Vaccaro nella sua relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario.
L'alto magistrato ha messo in rilievo l'elevata litigiosità dei lucani nel settore civile: il tasso è del 32,3 per cento, superiore a quello di Roma. Vaccaro ha lamentato il sottodimensionamento degli organici di magistrati e personale amministrativo nel distretto, anche se le tendenze negli uffici non sono aumentate in modo significativo.

PROTESTANO MAGISTRATI ED AVVOCATI
L'inaugurazione dell'anno giudiziario stamani a Potenza è stata caratterizzata dalle assenze di magistrati e avvocati.
I magistrati dell'Anm non si sono presentati per protesta contro il progetto di riforma della giustizia del ministro Mastella.
Non hanno partecipato gli avvocati della provincia di Matera, per protestare contro i problemi della giustizia nel distretto, in particolare per la grave carenza di personale amministrativo alla sezione distaccata di Pisticci del Tribunale, che ha quasi paralizzato l'attività dell'ufficio.
Gli avvocati potentini hanno ascoltato soltanto le relazioni del presidente della Corte d'Appello, Angelo Vaccaro, e del procuratore generale, Vincenzo Tufano, quindi sono usciti dall'aula.
La loro protesta riguarda la riforma Mastella, che non terrebbe conto delle loro richieste, e i problemi di Potenza: tempi lunghi dei processi, scarsità dei giudici, utilizzo massiccio di intercettazioni.
«La nostra assenza alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario a Potenza conferma le ragioni di una protesta, che intende ricordare il persistere di limiti e difficoltà per gli avvocati materani a esercitare pienamente la professione, nel rispetto della giustizia e a tutela dei cittadini».
Lo ha detto oggi a Matera il presidente dell'Ordine degli avvocati della provincia, Giuseppe Labriola, in occasione della consegna della "toga d'oro" agli avvocati Filippo Modarelli e Italo Michele Rocco.
«Cinquant'anni di attività - ha aggiunto Labriola - sono un esempio di professionalità e impegno che gli avvocati materani vogliono continuare a dimostrare, nonostante la insensibilità delle istituzioni a risolvere i problemi organizzativi della giustizia in provincia. La situazione di estrema difficoltà del nostro circondario e del tribunale di Pisticci, in particolare, ne sono una conferma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400